Il mio Bordeaux, un secolo fa

di Vinogodi 26/03/20
907 |
|
Il mio bordeaux

Siamo giunti alla fine di questo incredibile reportage su Bordeaux e lo facciamo presentando 4 vini, assolutamente straordinari, che hanno un centinaio d’anni.

Quest’ultima puntata è un peana all’eternità dei vini di Bordeaux. Un’eternità che deve essere supportata da grande rispetto nelle condizioni di conservazione, direi maniacali, ma che restituisce emozioni inenarrabili. 

Si perdono nei miei ricordi da adolescente l’apertura di decine di Premier di fine ottocento, fra i quali ho vivida memoria di Margaux 1893 e 1881, Lafite 1883 e 1898, Latour 1906 e 1870 (il più vecchio vino rosso non rinforzato mai bevuto), le facce incredule per quelle esplosioni di emozioni, quei colori relativamente pallidi rispetto ad oggi, ma con bocche sferzanti e palpitanti… oggi descriverò solo le bevute più recenti, quelle dove la digitalizzazione ha permesso di creare istantanee di momenti incredibili e inenarrabili per qualsiasi altro vino.

Pauillac Premier Grand Cru Classé 1929 Château Latour

99/100 - € 3500 

Fra i vini più buoni mai bevuti. Adoro più l’annata 1929 rispetto alla più quotata (e celebrata) 1928 perché, bevendole vicino, mi hanno dato maggiormente la sensazione di equilibrio ed evoluzione ancora in atto. Il colore è semplicemente irreale, granato intenso con note aranciate evidenti ma non cromaticamente compromesse. Il naso di intensità assolutamente spiazzante, con mentuccia di sottofondo, caffè, cacao e tabacco predominanti. Finisce con una nota di pepe macinato al momento e macis fantastico. Bocca di un’energia che non ti aspetti, in linea con una aspettativa alta ma non così sorprendente.

Pauillac Premier Cru Classé 1919 Château Lafite Rothschild

98/100 – circa € 3000 

Incredibile l’integrità. Tipico errore di classificazione, in quanto annata poco quotata ma, avendone bevute una ventina di bottiglie e solo un paio con problemi causa tappo non perfetto, si sta rivelando annata splendida. Livello irreale per tappo perfetto (3 cm sotto il tappo), ha colore straordinario, rosso relativamente carico ma senza alcun cedimento se non una unghia aranciata trascurabile. Ha profumi incantevoli di pepe rosa, garrigue, caffè in grani e tabacco dolce. La bocca è una carezza alle papille, un velluto di pregio. Vino decisamente da meditazione, e che meditazione.

Pauillac Premier Grand Cru Classé 1918 Château Latour

95/100 - € 2500 

Elegante, raffinato fin dall’aspetto, rosso chiarissimo tendente ormai al granato con note aranciate decise. Profumi decadenti ma affascinanti di foglie e fiori secchi recisi, con porcini delicati e cardoni freschi di contorno. Bellissima la nota speziata, così come il bergamotto ad arricchire. La bocca è ancora indomita, irrequieta, di impressionante vitalità.

Pessac Leognan Premier Grand Cru Classé 1918 Château Haut Brion

100/100 - € 3000 

Fra i più buoni e impressionanti vini che abbia mai assaggiato, di qualsiasi categoria. Per fortuna più volte e sempre con godimento assoluto. Livelli pazzeschi per tappi eccezionalmente ermetici hanno permesso serena vecchiaia a questo incredibile vino. Il colore è granato ancora intenso, con pochi riflessi aranciati. Il naso è pirotecnico di tabacco dolce (Clan) da pipa, con l’ossigenazione di trinciato da Toscano. Seguono infinite sensazioni di sottobosco, di funghi nobili, cortecce e fogliame autunnale caduco. La nota di goudron e spezia forte, ginepro macinato al momento, è evidente, così come la nota sapida in bocca, la tensione irreale, una fibra setosa, un’austerità senza tempo.

Prodotti Correlati

  Prodotto Produttore Pubblicato il Autore Leggi
Pauillac Premier Grand Cru Classé 1929
Pauillac Premiere Grand Cru Classé
Château Latour 26/03/20 Vinogodi Fra i vini più buoni mai bevuti. Adoro più l’annata 1929 rispetto alla più quotata (e celebrata) 1928 perché, bevendole vicino, mi hanno dato maggiormente la...
Leggi tutto
Pauillac Premier Grand Cru Classé 1919
Pauillac
Château Lafite Rothschild 26/03/20 Vinogodi Incredibile l’integrità. Tipico errore di classificazione, in quanto annata poco quotata ma, avendone bevute una ventina di bottiglie e solo un paio con problemi causa tappo non...
Leggi tutto
Pauillac Premier Grand Cru Classé 1918
Pauillac Premiere Grand Cru Classé
Château Latour 26/03/20 Vinogodi Elegante, raffinato fin dall’aspetto, rosso chiarissimo tendente ormai al granato con note aranciate decise. Profumi decadenti ma affascinanti di foglie e fiori secchi recisi, con porcini...
Leggi tutto
Pessac Leognan Premier Grand Cru Classé 1918
Pessac Leognan Premier Grand Cru Classé
Château Haut Brion 26/03/20 Vinogodi Fra i più buoni e impressionanti vini che abbia mai assaggiato, di qualsiasi categoria. Per fortuna più volte e sempre con godimento assoluto. Livelli pazzeschi per tappi...
Leggi tutto
Logo Château Latour
04/11/11 Redazione
Logo Château Lafite Rothschild
03/11/11 Redazione
Logo Château Haut Brion
03/11/12 Redazione

Articoli Correlati

  Prodotto Pubblicato il Autore Categoria Leggi
Il mio Bordeaux, introduzione 06/02/2020 Vinogodi Tasting notes
Il mio Bordeaux, il nuovo millennio 13/02/2020 Vinogodi Tasting notes
Il mio Bordeaux, i grandi cru degli anni ‘90 20/02/2020 Vinogodi Tasting notes
Il mio Bordeaux, gli anni ‘90 19/02/2020 Vinogodi Tasting notes
Il mio Bordeaux, gli anni ‘80 27/02/2020 Vinogodi Tasting notes
Il mio Bordeaux, gli anni ‘70 05/03/2020 Vinogodi Tasting notes
Il mio Bordeaux, gli anni ‘60 12/03/2020 Vinogodi Tasting notes
Il mio Bordeaux, a cavallo della Seconda Guerra Mondiale 19/03/2020 Vinogodi Tasting notes




Editoriale della Settimana

Eventi

Maggio 2020
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
·
·
1
4
5
6
7
8
9
10
11
13
14
15
16
19
20
21
22
23
27
28
29
30
31
·
·
·
·
·
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL