Il mio Bordeaux, i grandi cru degli anni ‘90

di Vinogodi 20/02/20
797 |
|
vigneti pomerol bordeaux

Abbiamo visto ieri che gli anni ’90 offrono gran belle bevute. Figuriamoci se andiamo a degustare i grandi cru!

Médoc significa “Terra di mezzo” (in medio aquae) ed è una penisola confinante a Ovest con l’Oceano Atlantico e a Est con l’estuario della già citata Gironda. Attraversato dal 45° parallelo e racchiuso fra queste due masse d’acqua, il Médoc gode di un clima estremamente temperato, con alternanza di caldo e fresco e alta umidità, protetto dai venti di occidente dalla foresta delle Landes.

Gli anni Novanta sono stati caratterizzati soprattutto dall’annata 1990 considerata dalla critica fra le migliori del secolo scorso, anche in questo caso per la Rive Gauche. Altre annate considerate grandi, nel decennio, la 1996 e 1998. In questo decennio, i vini di alto livello iniziano la loro fase di ascesa e terziarizzazione “attiva”, dove l’articolazione sensoriale raggiunge vertici di grandissima qualità. In realtà, per chi vuole godere di vini di grande eleganza, ormai al limite superiore qualitativo e ad un prezzo ancora accessibile, le annate “classiche” (per certuni appassionati l’equivalente di “simpatica” parlando dell’avvenenza muliebre) riescono a dare oggi grandissima soddisfazione.

Ricordo che il territorio della Rive Gauche (riva sinistra della Garonna) è più articolato, rispetto all’estrema semplificazione della Rive Droite (riva destra) con Pomerol e Saint Emilion. In Rive Gauche si differenziano, principalmente e come fama, Margaux (col celeberrimo Premier Cru Classé Chateau Margaux), Pauillac (la più famosa, con i capolavori Premier Cru Classée Chateau Latour, Chateau Lafite Rothschild, Chateau Mouton Rothschild), Graves/Pessac Leognan (con il super Premier Cru Chateau Haut Brion), Saint Julien e Saint Estephe, senza Premier Cru Classé, ma con vini che in grande annata sarebbero degni della massima classificazione.

La semplificazione prima descritta non rende pienamente giustizia della geografia della Rive Gauche ma solo delle appellation principali che prendiamo in esame. In realtà si conterebbero 8 AOC: 2 appellations regionales (Mèdoc e Haut Medoc) e 6 comunali (oltre alle 4 già citate, anche Listrac e Moulis).

Pomerol 1999 Chateau Le Pin

99/100 - 2800 Euro

Un vero fenomeno sensoriale, secondo il mio parere il più grande Le Pin mai assaggiato e il più grande merlot in purezza che io conosca, giocandosela con Petrus in più di un’occasione. Colore rosso vivo, luminoso e brillante, nessun cedimento ai 20 anni di età, con concentrazione media. Il naso è travolgente, con note straordinarie di ciliegie in confettura, prugne e sottobosco. Qualche nota di humus, di chiodo di garofano a corollario, cenni quasi iodati. La bocca è un drappo di velluto, intensissima la stimolazione, quasi saturante. Un sorso che non si vorrebbe mai terminare, con lunghezza infinita.

Pauillac Premier Grand Cru Classé 1998 Chateau Latour

97/100 - 600 Euro

Splendido color rubino acceso, di gioventù sfrontata. Rapisce l’olfatto con sensazioni di gelatina di frutti di bosco, leggerissime note vegetali e petali di rosa, chiudendo con cenni di grafite e intrigante spezia dolce. In bocca irrompe per sapidità e freschezza, unito a un impeto austero fuori dal comune. Da oggi all’eternità…

Saint Emilion Grand Cru Classé 1996 Chateau Cheval Blanc 

97/100 - 500 Euro

Rubino compatto, luminoso e senza cedimenti, impressionante. Incanta con sensazioni di marasca fresca, di ciliegia matura, di mirtilli in confettura. Stupenda la nota speziata e di tabacco dolce. In bocca è un tripudio di velluti e stoffe nobili, ampio come pochi, voluttuoso come solo lui sa essere. Un vino decisamente sensuale.

Pomerol 1995 Chateau Petrus 

97/100 - 2800 Euro

Fra i più buoni Petrus assaggiati di quel decennio. Colore relativamente denso, un rosso granato carico e trasparente. Profumi davvero scioccanti di macis, bergamotto, cedro, frutta di rovo. Splendida l’articolazione al palato, di freschezza esemplare e di eleganza davvero sconvolgente sapendolo un merlot, straordinariamente “cabernettizzato” per stoffa e carattere. Petrus, per goderselo davvero, va bevuto maturo…

Margaux Premier Grand Cru Classé 1995 Chateau Margaux 

96/100 - 600 Euro

Rubino compatto dai bellissimi riflessi luminosi. Integro in maniera impressionante. I profumi sono leggiadri e floreali, ancora lungi da una terziarizzazione completa. Seguono note di susina rossa, arancia amara, pelle conciata e ribes nero. La bocca mostra un equilibrio estremo fra acidità e tannini levigati ma fittissimi, il solito drappo di seta che si fa bere con grande golosità.

Saint Emilion Grand Cru Classé 1990 Chateau Ausone 

94/100 - 500 Euro

Anche se non a livello di Rive Gauche, la 1990 è stata annata eccezionale anche in Rive Droite. In questa annata, il colore di Ausone, grande pallino di Parker, è rosso vivo con solo qualche riflesso granato. L’apertura olfattiva è ampia e ricca di confettura di ribes e mirtilli, resine, peonia, con sbuffi di corteccia e spezie aromatiche. La bocca è compiuta, rilassata, morbida e avvolgente.

Pauillac Premier Grand Cru Classé 1990 Chateau Mouton Rotschild 

96/100 - 600 Euro

Rubino luminoso all’apparire. I profumi sono densi e carnosi, fruttati all’inverosimile, sembra che il tempo non sia trascorso: more di rovo, marasca e ribes, ma anche una leggera vaniglia, tabacco e chiodi di garofano. Bocca gustosissima, con tannini setosi e densi, avvolgente e generosa.


Pessac Leognan Premier Grand Cru Classé 1990 Chateau Haut Brion 

97/100 - 900 Euro

Straordinaria sintesi fra potenza, austerità ed eleganza. È rosso vivo, senza alcun cedimento. Naso riconoscibilissimo di tabacco da pipa, cuoio conciato, pellame, garrigue; le note balsamiche sono soffuse con un accenno di spezie piccanti, persino agrumato. Bocca solenne, rapisce il palato e lo ammalia. La lunghezza è esasperante…

Pauillac Premier Grand Cru Classé 1990 Chateau Lafite Rothschild 

99/100 - 1000 Euro

Si presenta di un colore rosso vivo e splendente, luminoso, trasparentissimo. Il profumo è una vera narrazione di spunti floreali, di fruttini di sottobosco, ematico, con sbuffi e sospiri balsamici. Di raffinatezza straordinaria, nel tempo muta su note di spezie antiche, orientali. La bocca è straordinaria per tessitura e avvolgenza, ancora giovanile ma serafico e mai aggressivo. Lunghezza da primato così come una bevibilità fuori da ogni canone.

Prodotti Correlati

  Prodotto Produttore Pubblicato il Autore Leggi
Pomerol 1999
Pomerol
Château Le Pin 20/02/20 Vinogodi Un vero fenomeno sensoriale, secondo il mio parere il più grande Le Pin mai assaggiato e il più grande merlot in purezza che io conosca, giocandosela con Petrus in più di...
Leggi tutto
Pauillac Premier Grand Cru Classé 1998
Pauillac Premiere Grand Cru Classé
Château Latour 20/02/20 Vinogodi Splendido color rubino acceso, di gioventù sfrontata. Rapisce l’olfatto con sensazioni di gelatina di frutti di bosco, leggerissime note vegetali e petali di rosa, chiudendo con cenni di...
Leggi tutto
Saint Emilion Grand Cru Classé 1996
Saint-Émilion Grand Cru
Chateau Cheval Blanc 20/02/20 Vinogodi Rubino compatto, luminoso e senza cedimenti, impressionante. Incanta con sensazioni di marasca fresca, di ciliegia matura, di mirtilli in confettura. Stupenda la nota speziata e di tabacco dolce. In...
Leggi tutto
Pomerol 1995
Pomerol
Chateau Petrus 20/02/20 Vinogodi Fra i più buoni Petrus assaggiati di quel decennio. Colore relativamente denso, un rosso granato carico e trasparente. Profumi davvero scioccanti di macis, bergamotto, cedro, frutta di rovo....
Leggi tutto
Margaux Premier Grand Cru Classé 1995
Margaux Premier Grand Cru Classé
Château Margaux 20/02/20 Vinogodi Rubino compatto dai bellissimi riflessi luminosi. Integro in maniera impressionante. I profumi sono leggiadri e floreali, ancora lungi da una terziarizzazione completa. Seguono note di susina rossa,...
Leggi tutto
Saint Emilion Grand Cru Classé 1990
Saint-Émilion Grand Cru
Château Ausone 20/02/20 Vinogodi Anche se non a livello di Rive Gauche, la 1990 è stata annata eccezionale anche in Rive Droite. In questa annata, il colore di Ausone, grande pallino di Parker, è rosso vivo con solo...
Leggi tutto
Pauillac Premier Grand Cru Classé 1990
Pauillac Premiere Grand Cru Classé
Château Mouton Rothschild 20/02/20 Vinogodi Rubino luminoso all’apparire. I profumi sono densi e carnosi, fruttati all’inverosimile, sembra che il tempo non sia trascorso: more di rovo, marasca e ribes, ma anche una leggera...
Leggi tutto
Pessac Leognan Premier Grand Cru Classé 1990
Pessac Leognan Premier Grand Cru Classé
Château Haut Brion 20/02/20 Vinogodi Straordinaria sintesi fra potenza, austerità ed eleganza. È rosso vivo, senza alcun cedimento. Naso riconoscibilissimo di tabacco da pipa, cuoio conciato, pellame, garrigue; le note...
Leggi tutto
Pauillac Premier Grand Cru Classé 1990
Pauillac
Château Lafite Rothschild 20/02/20 Vinogodi Si presenta di un colore rosso vivo e splendente, luminoso, trasparentissimo. Il profumo è una vera narrazione di spunti floreali, di fruttini di sottobosco, ematico, con sbuffi e sospiri...
Leggi tutto
Logo Château Le Pin
23/03/16 Redazione
Logo Château Latour
04/11/11 Redazione
Logo Chateau Cheval Blanc
04/11/11 Redazione
Logo Chateau Petrus
23/03/16 Redazione
Logo Château Margaux
03/11/11 Redazione
Logo Château Ausone
01/11/12 Redazione
Logo Château Mouton Rothschild
04/11/11 Redazione
Logo Château Haut Brion
03/11/12 Redazione
Logo Château Lafite Rothschild
03/11/11 Redazione

Articoli Correlati

  Prodotto Pubblicato il Autore Categoria Leggi
Il mio Bordeaux, introduzione 06/02/2020 Vinogodi Tasting notes
Il mio Bordeaux, il nuovo millennio 13/02/2020 Vinogodi Tasting notes
Il mio Bordeaux, gli anni ‘90 19/02/2020 Vinogodi Tasting notes
Il mio Bordeaux, gli anni ‘80 27/02/2020 Vinogodi Tasting notes




Editoriale della Settimana

Eventi

Giugno 2020
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
18
19
20
21
25
26
27
28
29
30
·
·
·
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL