Fattoria del Teso Produttore: VinoOlio
0 |
|

Totale bottiglie prodotte: 90.000
Vendita diretta:
Visite Azienda: Su Appuntamento
Ettari vigneto: 15

Dal sito del produttore: 

L’azienda oggi

In uno scenario tipicamente toscano, circondata da pini e cipressi, la Fattoria del Teso copre un territorio di circa 70 ettari.

L’edificio principale della Fattoria, originalissimo con i suoi tetti, controtetti e l’orologio con campana che scandisce i ritmi delle ore, ospita la cantina di conservazione nel piano interrato; gli uffici, il magazzino, i locali di refrigerazione e imbottigliamento, al piano terra; i cannicci per l’appassimento uve al primo piano e i caratelli per l’invecchiamento del vinsanto al secondo piano e nel sottotetto. Di fronte a questa struttura troviamo i locali di vinificazione costituiti da vasche in cemento vetrificato e serbatoi in acciaio inox.

Ubicati nel territorio della Fattoria si trovano i fabbricati colonici, molti dei quali secolari, che danno il nome ai rispettivi poderi: Albereto, Vannelli, Starzeno, le Viottole, le Fontane.

La storia

La Fattoria del Teso sorge nel Comune di Montecarlo, un pittoresco borgo medioevale posto al confine storico tra i domini di Lucca e di Firenze. Per la favorevole esposizione climatica – a 50 chilometri dal mare Tirreno e altrettanto dalle montagne dell’Appennino – e la natura del terreno, il territorio di Montecarlo è dedito alla coltura del vino fin dai tempi degli antichi Romani. E infatti l’originario nome del paese era Vivinaia, ribattezzata Montecarlo nel 1333 in onore dell’imperatore Carlo IV di Boemia. 

Nella seconda metà dell’Ottocento il vino di Montecarlo ebbe uno storico impulso quando un gruppo di viticoltori montecarlesi si recò in Francia, nella zona dello Chablis, per studiarvi la rinomata enologia e rientrò in patria apportando le più recenti tecnologie e i più raffinati vitigni. Nel 1930 il vino di Montecarlo fu scelto per essere servito alle nozze del futuro re d’Italia Umberto II. 

La Fattoria del Teso – una storica proprietà contesa da nobili e abati fin dal Medioevo (come attestato in una pergamena conservata nell’Archivio Capitolare di Lucca, risalente al 1253 che parla di una controversia tra l’Abbazia camaldolese di Pozzeveri e i Nobili di Uzzano e di Vivinaia circa le proprietà poste “in loco ubi dicitur… Teso”) – è stata riorganizzata a partire dal 1970 secondo i criteri della più moderna agricoltura e da allora si è sempre mantenuta all’avanguardia nelle tecniche di impianto dei vigneti, i quali oggi si estendono su circa 15 ettari, e nei procedimenti enologici.

Prodotti

Vino Denominazione Regione Nazione Leggi
Montecarlo Vinsanto Montecarlo Toscana Italia

Parlano di lui

  Prodotto Pubblicato il Autore Categoria Leggi
L’autenticità del Vinsanto di Fattoria del Teso 11/04/18 Stefania Vinciguerra Vino del giorno



Editoriale della Settimana

Eventi

Giugno 2019
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
·
·
·
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
24
25
26
27
28
29
30
·
·
·
·
·
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL