Nobile nel DNA: Cabernet Sauvignon Tasca (1)

di Stefania Vinciguerra 26/02/14
1843 |
|
Nobile nel DNA: Cabernet Sauvignon Tasca (1)

Grazie all'intuizione di un giovane Lucio Tasca d'Almerita, alla fine degli anni Ottanta la Sicilia conobbe i vitigni internazionali, tra i quali il cabernet sauvignon.

Esistono persone che hanno un fascino naturale, e lo sanno. Una di queste èLucio Tasca d'Almerita , emblema dell'aristocrazia siciliana come uno la immagina. E proprio Lucio Tasca, quando giovane entrò nell'azienda di famiglia, decise di rivoluzionare alcune cose, tra le quali l'ampelografia tradizionale. Correvano gli anni '79-80 quando volle piantare i vitigni internazionali: chardonnay e sauvignon blanc (poi eliminato), cabernet sauvignon e pinot nero.  Era una novità assoluta per la Sicilia e questi vitigni non erano autorizzati dalla Regione: quella di Lucio Tasca fu una intuizione geniale e una scommessa vinta.

Dalle poche piante di cabernet sauvignon messe a dimora inizialmente si passò in breve a un impianto più grande, il vigneto San Francesco nella tenuta di Regaleali , su terreni profondi, argillosi fini, leggermente calcarei, in una vallata esposta a sudovest, ad un'altitudine che parte dai 550 metri. Con la prima annata prodotta, il 1988, arrivò anche l'autorizzazione della Regione e nacque cosìil primo Cabernet Sauvignon in purezza di Sicilia.  E proprio di questo vino pluripremiato vogliamo parlare, avendo partecipato ad una verticale di 10 annate a partire dalla prima prodotta: il 1988. Vediamo oggi le prime 5 annate degustate: 1988-1991-1998-2000 e 2001, domani le più giovani a partire dal 2002.

Cabernet Sauvignon 1988 Sicilia Igt - 90

Dopo un inverno freddo, una primavera mite e un'estate calda e secca, si è arrivati ad una vendemmia molto precoce che, a distanza di 25 anni, ci offre un calice granata appena aranciato sull'unghia, molto integro, dall'impatto olfattivo etereo che poi porta - in sequenza - speziatura di pepe nero, un leggero goudron, tabacco, mallo di noce, incenso ed una nota mentolata per poi far emergere netta la nota floreale che ricorda un pot pourri. La bocca è viva e coerente, mostra una buona sapidità e bei tannini fini. Un vino equilibrato, molto persistente. Tridimensionale.

Cabernet Sauvignon 1991 Sicilia Igt - 88

Andamento climatico quasi opposto, con un'estate fresca e piogge torrenziali a settembre che hanno portato ad una vendemmia ritardata all'inizio di ottobre.
Il colore è molto simile all'88, con qualche riflesso rubino in meno. Al naso è pirazinico, con peperone rosso, una nota mentolata netta, una punta di caramello. Nell'insieme meno complesso e meno ampio del suo grande predecessore. Anche in bocca si rivela più verticale e acido, con meno spalla, ma sempre netto, sapido, con tannini presenti ma meno fitti. Comunque una grande lunghezza.

Cabernet Sauvignon 1998 Sicilia Igt – 91

Molte le analogie climatiche con il '91: estate fresca e ventilata, con un crollo delle temperature a metà settembre e vendemmia dal 4 al 6 ottobre. La vera differenza è legata ad un cambio nell'uso del legno di invecchiamento, passando dai barili da 350 litri per 17 mesi a botti di Allier da 300 litri, per metà nuove, per 12 mesi.
Colore granato compatto e ben tenuto. Impatto olfattivo ricco di spezie dolci, poi mentolato, pirazinico, di sottobosco, grafite... Siamo di fronte ad una bella severità olfattiva, molto intensa. In bocca troviamo la sintesi e il riassunto delle annate precedenti: sapidità e piacevole freschezza, espressività con note mentolate e di cedro, mineralità persistente che si distende in un bel finale dall'incredibile risoluzione tannica.

Cabernet Sauvignon 2000 Sicilia Igt – 87

Annata calda che ha portato a vendemmiare a metà settembre per consegnarci un vino di colore rubino-granato compatto e un bouquet ampio, profondo, caldo, di grafite ma anche di frutta rossa, di agrume candito, tipo le scorzette di arancio infuse nel cioccolato. La punta balsamica non cela la surmaturazione della frutta. Coerentemente la bocca è rotonda, calda, grassa, meno sostenuta dall'acidità con ricordi di rabarbaro, china e cardamomo.

Cabernet Sauvignon 2001 Sicilia Igt – 93+

Andamento stagionato prolungato che ha portato a optare per un 70% di botti nuove nella maturazione del vino.
l colore è scuro, denso, concentrato, dalle belle sfumature rubino. Il bouquet è scuro e profondo, con una grande linearità olfattiva: grafite, carbone, tabacco scuro, poi liquirizia. Una sinfonia avvolgente che prelude ad un assaggio davvero convincente, pieno, sapido, molto armonico, dalla bella progressione che svela lunghezza e profondità. Tannino potente ma domato per un finale di grande persistenza.

Prodotti Correlati

  Prodotto Produttore Pubblicato il Autore Leggi
Cabernet Sauvignon 1988
Sicilia
Tasca d’Almerita 26/02/14 Stefania Vinciguerra Dopo un inverno freddo, una primavera mite e un'estate calda e secca, si è arrivati ad una vendemmia molto precoce che, a distanza di 25 anni, ci offre un calice granata appena aranciato...
Leggi tutto
Cabernet Sauvignon 1991
Contea di Sclafani
Tasca d’Almerita 12/02/15 Stefania Vinciguerra Da uve cabernet sauvignon, maturazione in barrique nuove di rovere francese (Allier e Tronçais) per circa 18 mesi. Rosso intenso con solo qualche riflesso granato sull’unghia. Il mirto e...
Leggi tutto
Cabernet Sauvignon 1998
Contea di Sclafani
Tasca d’Almerita 26/02/14 Stefania Vinciguerra Molte le analogie climatiche con il '91: estate fresca e ventilata, con un crollo delle temperature a metà settembre e vendemmia dal 4 al 6 ottobre. La vera differenza è legata ad...
Leggi tutto
Cabernet Sauvignon 2000
Sicilia
Tasca d’Almerita 26/02/14 Stefania Vinciguerra Annata calda che ha portato a vendemmiare a metà settembre per consegnarci un vino di colore rubino-granato compatto e un bouquet ampio, profondo, caldo, di grafite ma anche di frutta rossa, di...
Leggi tutto
Cabernet Sauvignon 2001
Sicilia
Tasca d’Almerita 26/02/14 Stefania Vinciguerra Andamento stagionato prolungato che ha portato a optare per un 70% di botti nuove nella maturazione del vino. Il colore è scuro, denso, concentrato, dalle belle sfumature rubino. Il bouquet è scuro...
Leggi tutto
Logo Tasca d’Almerita
31/03/12 Redazione Una delle cantine più famose e prestigiose d’Italia. Se ne occupa Alberto Tasca d’Almerita, figlio di Lucio e nipote del fondatore Giuseppe Senior, “Il conte Tasca” per...
Leggi tutto

Articoli Correlati

  Prodotto Pubblicato il Autore Categoria Leggi
Nobile nel DNA: Cabernet Sauvignon Tasca (2) 27/02/2014 Stefania Vinciguerra Vertical tastings




Editoriale della Settimana

  • A volte ritornano

    di Stefania Vinciguerra 30/01/23

    Non tutti sanno che il vino in lattina è nato in Italia negli anni ‘80. Dopo un...

Eventi

Febbraio 2023
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
1
3
6
7
8
22
23
24
25
26
27
28
·
·
·
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL