Castello Tricerchi, sobrietà a Montalcino

di Riccardo Viscardi 10/09/19
409 |
|
Castello Tricerchi Montalcino

Il giovane Tommaso Squarcia, con il suo entusiasmo e la sua passione, ha impresso una svolta all’azienda di famiglia.

Il panorama ilcinese è in grande fermento, con aziende vecchie e nuove che grazie ad un profondo rinnovamento ogni anno si presentano con vini molto performanti. La guida non può racchiudere tutto questo fermento, anche perché i produttori sono oltre 270, e quindi vi porto a conoscere un’azienda del profondo Nord del territorio che quest’ anno ci ha particolarmente colpito: Castello Tricerchi.

Per anni l’azienda della famiglia Squarcia vendeva le uve alla Cooperativa del Chianti Geografico, poi una decina di anni fa il cambiamento quindi la svolta grazie all’iniziativa di Tommaso Squarcia, giovane rappresentate della famiglia, che abbandona gli studi Universitari per dedicarsi totalmente al vino. 

Il luogo è molto bello, con il maniero del ‘400 che domina la collina che si affaccia sulla strada per Buonconvento, dopo il torrente Suga. All’interno un bel loggiato e le cantine che sono state ricondizionate con botti nuove e nuovi fermentatori, le dimensioni sono classiche con il rovere slavo da 30 hl a farla da padrone. 

Dopo qualche cambiamento si è arrivati alla collaborazione esterna con Maurizio Castelli, grande conoscitore del territorio e del sangiovese. Tutto il resto lo fa Tommaso con la simpatia e l’entusiasmo della giovane età talvolta aiutato sul trattore dallo zio, noto avvocato romano. L’azienda consta di oltre 300 ettari ma quelli vitati sono circa 13 di cui 9 dedicati alla denominazione reale. Lo stile aziendale è classico, sobrio, senza ricerche estremamente muscolari, ma con uno stile fatto di eleganza e grande bevibilità.

Rosso di Montalcino 2017 

92/100 - € 15

Da uve sangiovese, matura in botti per 12 mesi. Rubino classico e cupo. Olfatto intenso su note di marasca e more, poi un sottile tabacco e sottobosco scuro. Trama gustativa di media fittezza ma molto progressiva con tannini levigati e una bella profondità che accompagna nel finale succoso e persistente.

 

Brunello di Montalcino 2014  

91/100 - € 30 

Da uve sangiovese, matura in botti da circa 30 hl per almeno 24 mesi. Rubino classico leggermente scarico. Olfatto di melograno, ciliegia chiara un tocco di pesca gialla e floreale. Trama raffinata ed elegante, buona la progressione che regala una grande bevibilità senza diventare banale e conservando il tocco ilcinese nel finale con una persistenza che non ti aspetti.  

Prodotti Correlati

Articoli Correlati

  Prodotto Pubblicato il Autore Categoria Leggi
Un antico maniero 24/06/2016 Riccardo Viscardi A Wine a day
Molto interessante il Rosso di Montalcino del Castello Tricherchi 26/02/2018 Riccardo Viscardi A Wine a day




Editoriale della Settimana

Eventi

Settembre 2019
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
1
2
3
4
5
6
7
8
10
11
12
13
16
17
18
23
24
25
26
·
·
·
·
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL