Hell Rice del Birrificio Sant’Andrea

di Andrea Camaschella 13/07/18
805 |
|
Birrificio sant'andrea Vercelli Piemonte

Tatto e gusto sono impegnati a fondo con la Hell Rice, la birra Barley Wine del Birrificio Sant'Andrea di Vercelli.

I barley wine, vino d’orzo, sono uno stile di birre nato in Inghilterra, complesso, difficile, con una storia alle spalle di grande fascino. La leggenda vorrebbe che fossero nate per sostituire, sulle tavole dei nobili, il vino francese introvabile a causa delle guerre tra Regno Unito e Francia. Peccato che i primi esempi risalgano a fine XIX secolo e che i barley wine si siano affermati in piena Belle Époque. Si tratta comunque di birre importanti, prodotte saltuariamente come birre celebrative.

La Hell Rice del vercellese Birrificio Sant’Andrea di Vercelli rientra in questa categoria, essendo prodotta con quasi il 20% di riso coltivato localmente. Due campioni indiscussi da riso e risotti come il Baldo e il Carnaroli e due qualità più recenti, il nero Venere e il rosso Hermes, si fondono con il Maris Otter, malto di scuola inglese, così come il luppolo East Kent Goldings. Le note inglesi sono anche sottolineate dal riso Hermes, che dona qualche nota terrosa, oltre a un blando colore. Il riso Venere lascia invece colore più scuro e qualche tenue nota di liquirizia e vaniglia.

Birra lunga e complessa non solo da degustare, ma anche da produrre, soprattutto a causa del riso, con i suoi amidi difficili da domare: d’altronde il nome tradotto in italiano è inferno di riso e infernale è il lavoro in birrificio per creare il mosto prima, portarla a fine fermentazione e poi alla lunga maturazione prima dell’imbottigliamento. E ancora attesa per poterla gustare. Fortunatamente non è una birra che scompare in due secondi dal bicchiere, ma che si fa apprezzare ripagando tutto lo sforzo che l’ha portata fino a lì. Lode a Bsa che la produce.

Si abbina benissimo con qualsiasi formaggio erborinato, dal gorgonzola naturale a uno Stilton, ben stagionati, ma anche un Roquefort o un Castelmagno, proponendosi quindi non solo come birra da meditazione, ma anche da fine pasto, seppur impegnativo.

Prodotti Correlati





Editoriale della Settimana


Eventi

Maggio 2019
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
1
2
3
14
15
16
17
18
21
22
23
24
27
28
29
30
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL