Hell Rice

AutoreAndrea Camaschella
Data di pubblicazione13/07/18
Categoria
RegionePiemonte
NazioneItalia
Prezzo13 €

L’aspetto è da manuale: colore oro antico, con riflessi rubini, schiuma evanescente, buona limpidezza sono il biglietto da visita. I singoli sentori, in questa birra, non hanno grande risonanza, qui risalta il bouquet, arrotondato e slanciato dall’ossidazione, caratteristica, positiva, di queste birre. Note di caramello, di tabacco, di frutta sotto spirito e sciroppata e ancora frutta ma secca, note tostate, vinose, di vini liquorosi, cuoio e ovviamente alcol (siamo pur sempre a 10,5% Vol.) a tratti pungente, ma mai fastidioso, anzi di raccordo tra tutte le sensazioni. In bocca il corpo è pieno, ricco, suadente, la carbonatazione è minima, appena percepibile. Tatto e gusto sono impegnati a fondo, con la Hell Rice, che apre con sapori di toffee e melassa e prosegue ancora su note dolci, arrotondate dal calore dell’alcol, di frutta candita e secca e una buona intromissione di note di luppoli inglesi (o forse di riso Hermes e Venere) verso il finale e poi il retrogusto, lungo e avvolgente, degno di un Porto o di uno Sherry.

€ 13 la bottiglia da 0,500





0 |
|

Top five dell'azienda

Hell Rice
Barley wine
 

Editoriale della Settimana

  • L’odiato Merlot

    di Daniele Cernilli 21/10/19

    Da parte di molti esperti di vino, il Merlot è considerato un vino banale e scontato, ma a...

Eventi

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL