Badia di Morrona presenta il ristorante La Refezione

di Redazione 07/07/21
278 |
|
Ristorante Amico Badia di Morrona La Refezione

Le aziende vinicole abbracciano i ristoranti. Per la rubrica “Ristorante amico”, un produttore presenta uno dei suoi ristoranti preferiti, che a sua volta propone una ricetta in abbinamento a un suo vino.

Un'elegante club-house a Garbagnate Milanese all'interno di un centro sportivo dove gustare una fantasiosa cucina, sia di terra sia di mare; per effettuare la scelta migliore, lasciatevi guidare dall'esperto titolare e dalla sua giovane équipe di collaboratori. 

Questa la filosofia del locale: “Non seguiamo le mode, perseguiamo un modo. Ci piace offrire una cucina stagionale molto curata preparata con ingredienti sani, un posto bello e un clima in cui le connessioni rilevano misura e gusto precisi”.

La ricetta proposta:

Coniglio disossato e fritto con il suo paté

Ingredienti per 4 persone: 

3 dorsi di coniglio, 3 fegati di coniglio, 6 reni di coniglio, salvia, menta e rosmarino q.b. , capperi q.b., 1 scalogno, 2 acciughe, 1 uovo, farina per la panatura, olio evo per friggere, burro 2 noci, sale e pepe q.b., vino bianco secco ½ bicchiere

Procedimento:

Per il coniglio: Disossare il dorso del coniglio e liberare i due filetti. Suddividerli e lasciarli marinare in salvia, menta e rosmarino. 

Per il paté: Usare fegato, reni e pancia. Passare in padella con burro, capperi, acciughe e un piccolo scalogno. Sfumare con vino bianco secco. Aggiustare sale e pepe e passare al mixer con una noce di burro.

Infarinare i filetti di coniglio, passarli nell’uovo, quindi friggere in olio di oliva alla giusta temperatura.

Servire con un fiore di zucchina fritto e posizionando il paté su un crostino.

Il vino in abbinamento:

Chianti Docg I Sodi del Paretaio 2019 Badia di Morrona

Si presenta rosso rubino. Buona freschezza al naso con spiccate note fruttate e floreali. Al palato risulta un vino piacevole e versatile con un tannino morbido e maturo.

Zona di produzione: le Colline Pisane.

Vitigni: sangiovese 85%, cabernet sauvignon, merlot e syrah 15%.

L’annata 2019: Da considerarsi sicuramente un’ottima annata. Le temperature estive, non troppo torride, hanno permesso una maturazione delle uve più lenta e pertanto i vini che ne sono usciti presentano una buonissima acidità e colori incredibili che garantiscono bella personalità ed eleganza stilistica. I mesi di settembre ed ottobre sono stati caratterizzati da belle giornate con buone escursioni termiche fra il giorno e la notte. Merlo e syrah sono state raccolte intorno al 20 di settembre. La vendemmia si è conclusa verso fine settembre/prima settimana di ottobre dove le belle giornate hanno permesso una maturazione fenolica delle uve sangiovese ottimale.

Produzione: vendemmia manuale, vinificazione in acciaio inox, maturazione in vasche di cemento e/o di acciaio per l0 mesi.

Temperatura di servizio: dati i caldi estivi, è godibilissimo a16°C.

Abbinamenti consigliati: ideale con salumi, formaggi e carni rosse.

Da bere entro due-tre anni dalla vendemmia.

Prodotti Correlati





Editoriale della Settimana

Eventi

Settembre 2021
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
6
7
8
9
21
23
24
25
26
27
28
29
30
·
·
https://bit.ly/30qpOLa
https://www.decugnanodeibarbi.com/

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL