Ristorante Lilith, incanto salentino

di Iolanda Maggio 03/09/20
679 |
|
Ristorante Lilith - tavoli in giardino

Una masseria ristrutturata con gusto, un giardino dai colori vividi a fare da cornice ai tavoli all'aperto sotto i tipici incannucciati, il tutto presentato con classe ed eleganza informale dalla famiglia Tramis: è il Ristorante Lilith nella suggestiva Masseria Copertini a Vernole - Lecce.

La famiglia Tramis è riuscita a creare nel corso di vent'anni di attività una trattoria che ha dell'incredibile: un inno alla tradizione contadina, un tesoro di sapori legati a doppio nodo al territorio, tutto presentato con classe ed eleganza informale in perfetto stile country chic (anche se non amo utilizzare termini anglofoni, questa volta faccio un'eccezione per rendere l'idea). 

Sembra un angolo incantato, incastonato nella brulla campagna salentina tra ulivi, pale di fichi d'India e alberi di fichi, a pochi chilometri da Lecce, a Vernole. Una masseria ristrutturata con gusto, un giardino dai colori vividi a fare da cornice ai tavoli all'aperto sotto i tipici incannucciati. La passione profonda di Claudio Tramis, delle sue bellissime figlie Giulia e Martina e di tutta la famiglia traspare in ogni cosa e permea ogni dettaglio. Ognuno col proprio ruolo alla ricerca dell'eccellenza come nel nuoto sincronizzato. 

Una cucina che utilizza i prodotti locali, di masseria, verdure maturate a pochi metri dal tavolo dove si mangia, la frutta utilizzata per i piatti la puoi vedere sugli alberi che ti circondano. Il prototipo del chilometro zero unito a fantasia e tecnica in cucina che riescono a portare in tavola piatti dalla foggia elaborata, impiattati come nei ristoranti più sontuosi, ma che in realtà hanno gusto preciso e semplice, netto e talmente intenso da lasciare senza fiato.

Professionali e preparati quindi ma caldi e dai sorrisi sinceri Claudio e Giulia ti accolgono all'arrivo. Raccontano il menù con l'aria di chi ama quello che fa e sa di dare il massimo ogni volta. Il menù cambia spessissimo per adattarsi agli ingredienti stagionali ma anche in base alla freschezza e qualità dei prodotti disponibili, ma racconto quello che ho assaggiato io a metà giugno, a poche settimane dalla riapertura post lockdown:

Non scelgo, faccio fare a loro ed è un tripudio. Iniziano la danza con un benvenuto: una cialdina croccante, prosciutto cotto fatto in casa e maionese al sesamo. Poi arrivano la polpette di baccalà con pomodori "scattarisciati", morbide e delicate le polpette, fresca e dolce la salsa di pomodori appena scottati e profumata al rosmarino appena colto. Continuiamo con un tegamino di ovetto pochet, spinaci freschi, cipolle e salsa olandese, un misto di sapori dolci e acidi, consistenza cremosa e croccante. Buonissimo. Ci portano quindi i tortelli di ricotta fresca di masseria con zucchine spadellate, fiori di zucca croccanti (personalmente non li avrei messi), mentuccia e mandorle tritate. Un primo fresco e leggero ma dal sapore che delizia le papille gustative. Come secondo arriva in tavola l'agnello alle spezie accompagnato da patate al forno: forse il piatto più buono di tutti. L'agnello tenerissimo, il suo fondo come una glassa, lucido, denso e perfettamente preparato. 

Un piccolo assaggio di formaggi locali perché non potevo andare via senza averli assaggiati chiudono la parte salata del pasto. 

Una piccola cnell di sorbetto al melone ci accompagna ai dolci: siamo nel regno di Martina, mano da pasticciera navigata, sguardo dolce come i suoi piatti nei bellissimi occhi celesti, si vede che sorride sotto la mascherina mentre ci descrive le sue "opere d'arte": cioccolato, cocco e menta e la millefoglie con mousse al caramello salato e gelato al latte di capra. Entrambe fantastici. Non stucchevoli ma dolci di quelli che spazzoli il piatto col cucchiaino (e se non ti guarda nessuno anche col dito per essere sicuro di non lasciare neanche una briciola). 

La chiusura forzata dettata dall'emergenza Covid, ci spiega Claudio, ha spinto sull'acceleratore per il loro progetto della Mattrabanca (lo shop online dei loro prodotti che prende il nome dall'antico tavolo che serviva anche da madia): è possibile infatti farsi consegnare a casa, in tutta Italia, le loro specialità. Pochi passaggi e si possono vedere arrivare alla propria porta di casa i biscotti e le confetture, le friselline e i tarallini, la mitica crema gianduia o il formaggio di masseria, le orecchiette e i maritati. Insomma un progetto di gusto fatto ad arte per condividere la propria passione con tutti, nonostante la distanza. 

Qui si può anche dormire. Le stanze sono nella Masseria Copertini, che ospita anche il ristorante. Una masseria completata nel 1800, ristrutturata rispettando la sua anima, con le bellissime volte a stella in pietra chiara… la colazione, ca va sans dir, è servita nelle sale del Lilith.

Ristorante Lilith
c/o Masseria Copertini
Strada Provinciale Strudà-Vanze, km 2
73029 Vernole (LE)
Tel. +39 393 9962150
Email: [email protected]
Sito webhttps://www.ristorantelilith.it/
Shop: https://www.ristorantelilith.it/ristorante-lilith-shop/
Menù: https://www.ristorantelilith.it/il-menu-lilith-ristorante-lecce/
Prenotazioni: https://www.ristorantelilith.it/prenota-al-ristorante-lilith-salento/
Agriturismo: https://www.ristorantelilith.it/agriturismo-salento-masseria-copertini/
Facebook: https://www.facebook.com/lilithristorantelaboratorio

Prodotti Correlati

  Prodotto Produttore Pubblicato il Autore Leggi
Ristorante Lilith
24/05/18 Redazione Dal Martedì alla Domenica aperto a pranzo e cena Chiuso il lunedì

Articoli Correlati

  Prodotto Pubblicato il Autore Categoria Leggi
L’affidabilità del Ristorante Lilith, Masseria Copertini 24/05/2018 Vignadelmar Where to eat




Editoriale della Settimana

Eventi

Novembre 2020
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
24
25
26
27
28
29
30
·
·
·
·
·
https://www.kellereibozen.com/
https://www.cusumano.it/

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL