Un Sauvignon dell’altro mondo!

di Francesco Annibali 25/10/18
611 |
|
Kevin Judd Greywacke Nuova Zelanda

Il Marlborough Wild Sauvignon 2015 di Greywacke è un vino neozelandese estremamente pulito, di bella precisione olfattiva e con un corpo carezzevole.

Kevin Judd è un nome che in Italia suona sconosciuto alla maggioranza degli appassionati, ma dall’altra parte del mondo, per la precisione in Nuova Zelanda, è una leggenda vivente di enologo. Inglese di nascita, Judd si è formato professionalmente in Australia, per poi essere chiamato nel  1983 a gestire la produzione della nascente Cloudy Bay, l’azienda che ha fatto conoscere il Sauvignon di Marlborough ai quattro continenti. Nel 2009 Kevin andò via da Cludy Bay per creare la propria azienda, che chiamò Greywacke, che in maori significa “terra di ardesia”.

Uno stile, quello del Sauvignon di Marlborough, fatto di profumi intensissimi e un’estenuante pulizia olfattiva che sconfina quasi nell’innaturale, almeno per i palati italiani. Ma Marlborough insieme al Centro Loira è ormai da venti anni la zona leader al mondo per questo straordinario vitigno aromatico, grazie ad un clima fresco, unito a un’illuminazione eccezionale e a escursioni termiche ai limiti del credibile. Non solo: la zona negli ultimi anni è enologicamente maturata, grazie anche a una solidità di mercato che permette progetti a lungo termine.

E così gli stili si sono diversificati: non solo l’erbaceo tropicale, che resta il più praticato, ma anche altri alla ricerca di una maggiore complessità e possibilità evolutiva in bottiglia. Magari, come in questo Wild 2015, utilizzando il legno in fermentazione, la sosta sulle fecce e i lieviti spontanei. Il tutto mantenendo sempre vendemmiato e mosto al riparo dall’ossigeno, e la precisione esecutiva in primo piano. Ma con una maggiore attenzione alla spendibilità a tavola.

Marlborough Wild Sauvignon 2015 

Da uve sauvignon vendemmiate ben mature. Fermentazione in barrique di vario passaggio con lieviti indigeni, maturazione sui lieviti per 12 mesi. Paglierino medio con riflessi senape, dopo una apertura su note di rovere, si apre a un profumo di notevole distinzione, con sesamo tostato, biscotto, mango, tè al limone, pera matura, dragoncello, il tutto “avvolto” da un tocco di polvere di caffè. Piuttosto ricco e rotondo al palato, con frutto maturo (la malolattica svolta accentua il lieve residuo zuccherino di 3,5 grammi/litro) contrastato da una notevole acidità tipicamente verde. Estremamente pulito ma senza effetti caricaturali. Finale biscottato, tostato, tropicale, piacevolmente asciugato dall’alcol. Per i prossimi sei-otto anni. Importato da Pellegrini.

€ 30.

92/100

Prodotti Correlati

  Prodotto Produttore Pubblicato il Autore Leggi
Marlborough Wild Sauvignon 2015
Greywacke 25/10/18 Francesco Annibali Da uve sauvignon vendemmiate ben mature. Fermentazione in barrique di vario passaggio con lieviti indigeni, maturazione sui lieviti per 12 mesi. Paglierino medio con riflessi senape, dopo una...
Leggi tutto
Logo Greywacke
24/10/18 Redazione




Editoriale della Settimana

Eventi

Giugno 2019
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
·
·
·
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
24
25
26
27
28
29
30
·
·
·
·
·
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL