Spontaneità e vitalità

di Francesco Annibali 06/07/16
707 |
|
Spontaneità e vitalità

Se è vero che ci vogliono 4 nasi per capire il Barolo, come ci ricorda sempre Pavese, è anche vero che non basta un decennio di assaggi e frequentazioni continuative per conquistare un taglio critico su una zona – la Langa – che, quanto a complessità interpretativa, non è inferiore nemmeno alla Borgogna.

Mettetevi dunque nei panni del sottoscritto, che purtroppo frequenta le colline attorno ad Alba con una cadenza vergognosamente sporadica. Una cosa sembra però assodata: se è vero che venti-trenta anni fa i nuovi giovani produttori che portarono in zona rotofermentatori e barrique guardarono con sfida alla tradizione, e vennero ricambiati con uno sguardo inizialmente diffidente, è anche vero che le aziende allora definite ‘di stile tradizionale’ si sono lasciate influenzare negli anni dai risultati dei giovani degli anni Novanta. Magari senza ammetterlo. Per poi dimenticarli, e ripartire. Migliorati.

Prodotti Correlati





Editoriale della Settimana

Eventi

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL