Nato per hobby

di Luigi Buonanno 04/04/16
826 |
|
Nato per hobby

Paride Chiovini rileva la cantina del nonno verso la fine degli anni Settanta quasi per hobby. Il  nonno vendeva uve e vino sfuso ai produttori  della zona. Paride comincia a interessarsi sempre più di vino e dopo un’esperienza in un laboratorio enochimico matura l’idea di trasformare il suo hobby in un vero e proprio lavoro. 

Crede fermamente nelle potenzialità della sua  terra e si dedica esclusivamente alla coltivazione di uve della sua zona. La sua produzione è di  circa diecimila bottiglie e le uve coltivate sono  principalmente spanna, vespolina e uva rara.

Prodotti Correlati





Editoriale della Settimana

  • Il tempo sospeso

    di Daniele Cernilli 30/03/20

    Ci sono stati personaggi determinanti per la mia conoscenza del mondo del vino, mi piace ricordarli...

Eventi

Aprile 2020
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
20
21
22
23
24
28
29
30
·
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL