AcquaViva, qualcosa bolle in… Valpolicella!

di Sissi Baratella 19/05/22
145 |
|
AcquaViva - Cesare Pelosato enologo

Evidentemente quando parliamo di Valpolicella parliamo di vini rossi, spesso strutturati e importanti. Ma se ci riferiamo alla Valpolicella geografica e non più alla denominazione scopriamo alcuni progetti che sembrano proprio nati per stupirci. 

È il caso di AcquaViva che in piena Valpolicella classica, da uve autoctone ha deciso di produrre vini spumanti.

Non sono le prime bollicine della Valpolicella che incontro sul mio percorso, ma questo progetto è il primo progetto che conosco dedicato solo a questa tipologia di vino e quindi ho deciso di raccontarvelo. 

Metti un giorno, nel 2019, quattro amici.

Si chiamano Cesare Pelosato, giovane enologo fresco di esperienze nel nuovo mondo e in Champagne dove inevitabilmente rimane folgorato; Domenico Brancaccio, che fa l’avvocato; Lucio Riga che forse all’epoca ancora non lo sapeva ma di lì a poco sarebbe diventato il commerciale di un nuovo progetto vitivinicolo; Andrea Fasoli, proprietario di quattro ettari di vigneto in Valpolicella di Molinara e Corvinone a pergola, e di un casolare a Torbe suggestivo ma che necessita di un restauro.

Metti che quello stesso giorno uno di loro dica “facciamo un vino nostro?”, e un altro risponda "sì ma lo facciamo rosa e con le bolle, che sono appena tornato dalla Champagne e sono fissato con gli spumanti”, e che gli altri due non dicano nulla, ma chi tace acconsente, si sa. E così (almeno nella mia testa), di lì a poco nasce AcquaViva, cantina allo scopo di dare un senso a un vigneto che non l’aveva e di soddisfare il desiderio di creare qualcosa che ancora non c’era.

Nel 2019 sfornano le prime 4.000 bottiglie di Principium, da Molinara per il 75% (ve la ricordate la Molinara? Quella sconosciuta?) e Corvinone in rosa, Charmat lungo, dosaggio brut 5g/l, rigorosamente da assemblaggio (con acquisto all’inizio di basi di vini di riserva). Presto le bottiglie di Principium diventano 7.000 e nel frattempo con la vendemmia 2020 nasce anche Novum, metodo classico blanc de noirs, dal tiraggio di 2200 bottiglie, Corvinone 50% e Molinara 50%. Uscirà nel 2023, e solo allora verrà stabilito il dosaggio, io l’ho già assaggiato e il toto scommesse vede al momento una parità tra dosaggio zero e extra brut.

Perché le bollicine in Valpolicella?

Acquaviva è un progetto alternativo, decisamente non convenzionale, che doveva per forza proporre qualcosa di diverso, possibilmente nuovo. Le bollicine sono sempre una scelta vincente, queste vertono a sottolineare freschezza e sapidità delle uve stesse vendemmiate, si avverte dall’acidità sferzante, anche a non completa maturazione. Lo Charmat lungo dà cremosità al tutto, riequilibrando le spigolosità e garantendo al vino la capacità di durare in bottiglia. Principium è uno Charmat destinato all’horeca, dal costo di circa 20 euro a bottiglia. Di ottima fattura e che chiama l’abbinamento col cibo.

Perché le cuvée? 

Può sembrare banale ma è la chiave della filosofia produttiva di Acquaviva. A riguardo Cesare, l’enologo, è intransigente. Millesimati non ne fanno, salvo forse in qualche rara eccezione che davvero meriti di essere celebrata (vabbè questo l’ho aggiunto io, ma prima o poi un millesimo arriva sempre). Il suo pensiero è francese, basato sul principio che lo spumante si costruisce in cantina dall’assemblaggio delle basi. Un gioco quello della creazione della cuvée che solo se sei un vero spumantista puoi capire fino in fondo e di cui puoi godere, accettando forse di non essere sempre capito da tutti. 

La mia opinione a riguardo è che se gli spumanti sono gli unici vini che permettono di fare cuvée un motivo deve pur esserci e quindi… perché non farlo?

Accettare che in Valpolicella possa esserci anche un’offerta diversa di vini per i più fermi sulla questione non sarà facile, ma la cosa pare proprio funzionare… non resta che provare per credere! Ecco quindi che a partire dall’autunno del 2022 sarà possibile anche prenotare visite e degustazioni in azienda, nel casolare storico rimesso a nuovo per l’occasione. L’offerta di Enoturismo della Valpolicella si arricchisce dunque in termini di varietà con una bollicina rosa Charmat e presto anche un Metodo Classico blanc de noirs. 

In bocca al lupo per questo nuovo progetto!  

AcquaViva
Principium Rosé

88/100 - € 20,00

75% Molinara, 15% Corvinone in rosa. Una parte di vino di riserva matura in legno. Rosa pastello, perlage ben presente. Al naso arriva piuttosto complesso con note di frutti rossi, foglie di limone e accenni tostati più evoluti. Al palato colpiscono l’acidità sferzante e il tannino mediamente ruvido ma presente. La spuma è cremosa e assemblea il tutto in un sorso pulito e dissetante. Da godere in abbinamento al cibo. 

Prodotti Correlati





Editoriale della Settimana

Eventi

Agosto 2022
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
·
·
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL