Lo stile Mosnel e l’anteprima del nuovo Franciacorta Riserva 2008

di Chiara Giovoni 08/06/18
236 |
|
Degustazione Mosnel Franciacorta Pas Dosè Riserva 2008 Chiara Giovoni

Il Franciacorta Riserva Pas Dosé 2008 Mosnel esce a 10 anni dalla vendemmia, premiando l’attesa con  profondità e grazia da vero fuoriclasse.

Solo due anni fa nel 2016, l’azienda franciacortina Mosnel celebrava il 180° compleanno dalla fondazione dell’azienda agricola a Camignone, e allora la tentazione di dedicare alla speciale ricorrenza un’etichetta speciale era stata forte. Ma come accade nelle realtà vinicole di eccellenza, nonostante le allettanti lusinghe della comunicazione alla fine prevale sempre la volontà del vino, dove all’uomo non rimane che saperlo ascoltare e assecondare.

È un po’ questa la sintesi della storia del Franciacorta Riserva 2008 Pas Dosé, un vino figlio di un’annata particolarmente qualitativa nelle sue caratteristiche espressive, che al momento della vendemmia ha rivelato una personalità con un grande potenziale. È stata quindi la vendemmia 2008, con i suoi armonici contrasti climatici, la fonte di ispirazione principale di questa ultima creazione in casa Mosnel, non semplicemente una Riserva, ma un Franciacorta capace di fare del tempo un suo alleato nell’evoluzione di un’insita complessità di sfumature sensoriali.

Ogni volta che Giulio e Lucia Barzanò scendevano nelle seicentesche cantine di famiglia per interrogare una delle poco più di 4000 bottiglie di questa Riserva, puntualmente il vino rispondeva che non c’era fretta. E così sono trascorsi quasi 10 anni dalla vendemmia 2008 per arrivare ad oggi, all’anteprima dedicata alla stampa di questo sorprendente Franciacorta che sarà sul mercato ufficialmente solo dopo l’estate.

È una storia di attese, ma anche di conquiste, perché è tanta la strada percorsa dai fratelli Barzanò dal primo Franciacorta Metodo Champenoise prodotto dai loro genitori nel 1979, quando la loro mamma, Emanuela Barzanò Barboglio era tra i 26 produttori della piccola neonata Doc Franciacorta. E fu proprio la madre di Lucia e Giulio a tracciare lo stile di produzione dell’azienda, creando nel 1980 il primo Franciacorta Extra Brut, uno spumante con un dosaggio più basso, dal gusto più secco, trasposizione più fedele delle uve e del territorio, una scelta assolutamente personale figlia di una propria interpretazione del vino spumante di Franciacorta, che poi si è rivelata fondante del recente successo della Docg.

Oggi l’azienda Mosnel ha 41 ettari tutti a conduzione biologica, e la gamma dei vini è composta da 7 differenti Franciacorta capaci di tracciare un’identità ben precisa, che negli anni ha conquistato un pubblico sempre più ampio di appassionati dello “stile Mosnel”.

Attraverso la degustazione che ha ripercorso la produzione dal Brut al Pas Dosé non millesimati, al Satén 2013, all’EBB 2013, è stato facile tracciare il fil-rouge di una consistenza accurata, fatta di finezza ed eleganza senza eccessiva ricercatezza, di complessità senza sovrastrutture e di purezza senza asperità. Il nuovo Franciacorta Riserva 2008 sublima queste caratteristiche, portando dalla sua parte il tempo per arricchirsi di profondità e grazia.

Prodotti Correlati





Eventi

Agosto 2018
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
1
2
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL