Extra Brut Extra Old, una rivoluzione in Veuve Clicquot

di Chiara Giovoni 15/09/17
805 |
|
Extra Brut Extra Old, una rivoluzione in Veuve Clicquot

Lo champagne Extra Brut Extra Old di Veuve Clicquot, costituito da 6 grandi annate di vins de réserve, non è semplicemente una versione Extra Brut della Yellow Label, ma è un progetto che parte da vini invecchiati a lungo nelle cantine della Maison.

La Maison Veuve Clicquot fa sul serio, e questo non perché fino ad oggi abbia scherzato (anzi!) considerata la posizione di dominanza sul mercato dello Champagne in cui è tra i player indiscussi di maggior successo da oltre 200 anni (sic).  Eppure è oggettivo che la produzione abbia fatto molta strada dal lancio della cuvée de prestige La Grande Dame nel 1972 quale omaggio alla figura di Madame Barbe-Nicole Ponsardin vedova Clicquot per il bicentenario dalla fondazione. Un’evoluzione silenziosa e attenta, fatta di piccoli grandi passi costanti verso la definizione di un’identità stilistica ancor più convincente,  segnata da un salto quantico che ha il volto di un uomo acuto di grande abilità e insieme modestia, ovvero Dominique Demarville, dal 2008 chef de cave della Maison.

In lui la produzione Veuve Clicquot ha ritrovato lo spirito avanguardista che ha contraddistinto la Maison sin dalle origini, in un tempo in cui una donna che non avrebbe potuto nemmeno lontanamente essere alla guida di un’azienda, rivoluzionò la produzione dello Champagne con la sua determinazione, introducendo non solo il primo Millesimato e il primo Rosé d’assemblaggio, ma anche la table de rémouage che diede origine alle pupitres per la sboccatura.

Dominique Demarville ha dato un’impronta qualitativa percepibile alla produzione e proprio con il millesimo 2008 Vintage (di cui abbiamo già parlato qui) ha segnato l’ingresso in cantina del legno, grandi botti di rovere di Allier e dei Vosgi, per l’affinamento di alcuni vini base da utilizzare nei differenti assemblaggi. E l’ultima novità alla Maison Clicquot nasce proprio dal meraviglioso scrigno dei 400 vins de réserve di oltre 17 annate che hanno dato la svolta alle cuvée non millesimate negli ultimi anni.

Si chiama Extra Brut Extra Old lo Champagne costituito dalle 6 grandi annate di vins de réserve 1988, 1996, 2006, 2008, 2009, 2010, tra pinot noir, chardonnay e meunier, ed è importante specificare che non è semplicemente una versione Extra Brut dello champagne non millesimato Yellow Label, ma si tratta di un progetto che parte da vini invecchiati a lungo nelle cantine della Maison. Extra Old è quindi il binomio chiave per interpretare questa cuvée, che dagli ultimi 30 anni pesca vini complementari per ricchezza, freschezza, intensità aromatica, mineralità, potenza ed eleganza, e ricostruisce un assemblaggio totalmente innovativo.

Prodotti Correlati

Articoli Correlati

  Prodotto Pubblicato il Autore Categoria Leggi
Veuve Clicquot e il Vintage 2008 02/12/2016 Chiara Giovoni Happy Perlage!




Editoriale della Settimana


Eventi

Maggio 2019
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
1
2
3
14
15
16
17
18
21
22
23
24
27
28
29
30
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL