Cuvée Orpale, uno champagne prezioso da scoprire

di Chiara Giovoni 02/09/16
407 |
|
Cuvée Orpale, uno champagne prezioso da scoprire

Uno dei miei più memorabili viaggi in Champagne è stato quello nel 2012 per la finale europea del concorso organizzato dal CIVC (l’organizzazione che riunisce tutti i produttori della Champagne) a un mese dal titolo di Ambasciatrice italiana. Nei tre giorni precedenti la prova finale, abbiamo visitato numerose Maison e Récoltant ma ricorderò per sempre lo stupore quando il nostro piccolo van parcheggiò nell’enorme piazzale dell’Union Champagne. Scordarsi la parola “cooperativa” se non nell’emblema virtuoso che in Italia è diventato Terlano, è stata questione di un attimo. Nel celebrato comune Grand Cru di Avize, con parte della sede a Le Mesnil, si trova una cattedrale di produzione champenoise di cui maestosità e ordine lasciano senza fiato ad ogni passo.

L’Union Champagne è stata fondata nel 1966 dall’associazione di quattro cooperative - Oger, Le Mesnil-sur-Oger, Vertus, e Cumières – di alcuni dei più importanti Cru della Côte des Blancs. Inizialmente come impianto di produzione era stato utilizzato quello dell’Union des Propriétaires Récoltants a Le Mesnil-sur-Oger, ma quando si presentò l’occasione di acquistare gli edifici della Maison Giesler ad Avize la cooperativa si ampliò.

Nel 1972 l’Union Champagne arrivò a raccogliere un piccolo universo di 2150 vigneron, proprietari di appezzamenti di vigna anche di meno di un ettaro, che però complessivamente però rappresentano un inestimabile patrimonio di 1260 ettari, di cui 760 classificati Grand Cru dai villaggi di Avize, Cramant, Oger, Le Mesnil-sur-Oger, Ambonnay, Bouzy e Ay e 370 ettari nei migliori Premier Cru tra cui Vertus, Cumières, Villers-Marmery e Bèrgeres-Lès-Vertus. Questa superficie rappresenta quasi 1/4 del totale delle uve dei 17 Grand Cru della Champagne. L’Union Champagne ha acquisito così un ruolo fondamentale nella vinificazione delle uve destinate poi soprattutto alle grandi Maison, che gli chef des caves stessi vengono ad assaggiare e selezionare ad ogni vendemmia proprio nelle immense stanze con le numerosissime vasche di inox e cemento in cui vengono prodotti i vins claire.

Il nucleo originale di 6 cooperative del 1966 oggi conta 12 centri di pressatura situati nei migliori terroir della regione Champagne, le cui produzioni confluiscono in un’unica cantina moderna ad Avize, dove le vinificazioni avvengono separatamente per parcelle e cru, e dove vengono conservati quasi 1000 hl di vins de réserve, il tutto millimetricamente curato dal Directeur Œnologie Cédric Jacopin. Accanto alla produzione di vini base dal 1984 l’Union Champagne è presente sul mercato col proprio brand di champagne De Saint Gall, le cui uve sono prevalentemente della Côte des Blancs con qualche piccolo contributo di pinot noir e pinot meunier dalle cooperative della Montagne de Reims.

Il simbolo dell’eccellenza dello chardonnay di questa produzione è un millesimato unico, molto poco conosciuto e ora in Italia grazie a Heres. Si tratta di Orpale, una cuvée de prestige prodotta ad oggi solo in 5 grandi annate - 1990, 1995, 1996, 1998 e 2002 - che in Inghilterra ha giustamente raccolto per anni le lusinghiere parole anche dell’iper-critico Richard Julin.

Prodotti Correlati

  Prodotto Produttore Pubblicato il Autore Leggi
Orpale Blanc de Blancs Grand Cru Brut 2002
Champagne
De Saint Gall 02/09/16 Stefania Vinciguerra Da uve chardonnay della Côte des Blancs, di cui un terzo da parcelle situate ad Avize e Cremant e due terzi da Oger e Le Mesnil-sur-Oger, per la grande vendemmia del 2002. La vinificazione avviene...
Leggi tutto




Eventi

Novembre 2018
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
·
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
19
20
21
22
23
26
27
28
29
30
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL