Pescolanciano ComunAle del birrificio La Fucina

di Mauro Ricci 20/04/18
1758 |
|
Pescolanciano ComunAle del birrificio La Fucina

Bocconiano di formazione, sedicente birraio per passione. È la storia di Angelo Scacco e del suo birrificio La Fucina di Pescolanciano in Molise.

Il Molise, piccola regione di boschi, montagne e silenzi incantati, è patria di un estroso e singolare birraio di Pescolanciano, piccolissimo paese immerso con il suo castello in un paesaggio da fiaba.

Angelo Scacco, dopo aver vinto una borsa di studio alla Bocconi laureandosi con il massimo dei voti e aver avviato con successo una carriera di consulente, abbandona tutto, torna "a casa" e apre un birrificio. Questa in breve la storia del birraio.

“La Fucina Birrificio artigianale” nasce da una storia come tante altre, con tre amici - da molto tempo homebrewer - che costituiscono una beer firm nel 2012 e, dato il successo delle prime produzioni, nel settembre del 2014 installano l’impianto e partono in grande stile. Oggi i soci sono Angelo Scacco, sedicente birraio, instancabilmente proteso a toccare tutte le possibilità offerte da questa bevanda e tecnicamente agguerrito, e Giovanni Di Salvo, amico d’infanzia e responsabile di amministrazione e logistica. Con loro Simone Del Matto assistente birraio e futuro birraio della Fucina, giovane di Pescolanciano che è stato preso dal germe incurabile della passione per la bionda bevanda.

"Al momento produciamo 23 diverse tipologie di birre - dice Angelo - avendo cercato di proporre quasi tutti gli stili che ci piacciono. Siamo molto felici dei risultati in termini di bontà e qualità, dalla C Side una Session Ipa fresca, da 4,8 gradi alcolici con profumi di cocco, ottenuti dal luppolo Sorachi Ace; alla Bevi e nun rumpe er c… che è una Pale Ale con un solo luppolo (galaxy) alla Liberi Tutti, Ipa da 6 gradi alcolici, molto amara (come piace a me) ma con sentori erbacei dati sempre da una mistura di luppoli".

Discorso a parte per la Pascolanciano ComunAle, nata dalla volontà di far conoscere il mondo della birra artigianale in questo piccolo sperduto paese: visti gli stili di bevuta dei pescolancianesi, orientati verso le birre industriali, e le scarse disponibilità economiche presenti in una realtà di settecento persone, la maggior parte pensionati o con occupazioni saltuarie, Angelo decide di creare una birra che tenesse conto delle aspettative di bevuta e delle disponibilità dei compaesani.

Sono stati distribuite nei quattro bar e nei tre ristoranti del paese 500 questionari dal titolo “Come volete che sia la vostra birra"? I questionari compilati sono stati 400 ed è risultato che i pescolancianesi gradiscono una birra di colore giallo chiaro, con poca schiuma, poco carbonata e al massimo di cinque gradi alcolici. Gli esercenti, interpellati su formato e prezzo, hanno decretato: bottiglia di cinquanta centilitri e che non costi più di € 3,50 al cliente finale. Il successo raggiunto ha dato ragione al metodo usato.

Liberamente tratto da Cronache di Gusto

Prodotti Correlati

  Prodotto Produttore Pubblicato il Autore Leggi
Etichetta Pescolanciano ComunAle
Birrificio la Fucina 19/04/18 Mauro Ricci Lo stile di riferimento è una Golden Ale, ma tutta studiata per il progetto specifico. Come richiesto nel sondaggio, la birra ha poca schiuma, poco consistente e di colore bianco, e il liquido...
Leggi tutto
Logo Birrificio la Fucina
20/04/18 Redazione Grafica




Editoriale della Settimana

Eventi

Ottobre 2020
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
·
1
5
6
7
8
9
11
12
13
14
15
16
21
22
26
27
28
29
30
https://www.pasqua.it/it/home/
https://www.consorziovinonobile.it/index.php?lang=ITA

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL