Report di sostenibilità 2019 della Guido Berlucchi

di Stefania Vinciguerra 15/12/20
962 |
|
Report di sostenibilità 2019 della Guido Berlucchi

Presentato con una bella e chiara grafica, 27 pagine in italiano e altrettante in inglese il primo Report di sostenibilità della Guido Berlucchi.

 “Racconta e rappresenta anni di lavoro intenso, che non sarebbe mai stato possibile senza l’appassionato supporto dei nostri collaboratori, che condividono ogni giorno con noi l’idea di creare un sistema di sostenibilità aziendale che sia anche generatore di crescita sociale, professionale e personale” scrive la Famiglia Ziliani, nell’ introduzione.

Inizia con l’Executive Summary in cui viene presentato il concetto di sostenibilità: “Per rispondere alle sfide dei cambiamenti climatici e del mercato, stiamo creando un modello produttivo che unisce le buone pratiche della tradizione all’ innovazione tecnologica”.

Un ampia sezione è dedicata alla storia e alla identità dell’Azienda: “La nostra lunga tradizione enologica si è sempre basata su principi di responsabilità ambientale e sociale. Nel 1961 Berlucchi ha introdotto e diffuso un know how in Franciacorta prima non esistente, stimolando tanti altri produttori appassionati e lungimiranti che, insieme, hanno reso questo territorio una perla della enologia italiana.

Nella sezione Il Territorio  le scelte e i progetti della Berlucchi: “Ogni scelta agronomica è ponderata: non utilizziamo modelli e schemi rigidi imposti, ma valutiamo ogni singolo aspetto, in funzione del contesto climatico e agronomico in cui ci troviamo”.

Il metodo è spiegato bene ed in modo chiaro. La vendemmia “E’ il risultato di tutti gli sforzi messi in atto per un corretto sviluppo della pianta, così da ottenere uve sane. La scelta dell’epoca di vendemmia viene stabilita verificando in campo ogni singola parcella. La raccolta delle uve avviene manualmente, e il trasporto fino al centro di pressatura è effettuato con la massima cura, per non compromettere l’integrità e la qualità dei grappoli.”

Il vino: “Un legame a doppio filo con il territorio. Per noi creare cultura della sostenibilità vuol dire anche valorizzare la Franciacorta. Attraverso iniziative culturali e di promozione enogastronomica vogliamo far conoscere la bellezza del nostro territorio, senza il quale la nostra storia non si sarebbe potuta raccontare.”

Il futuro e la prospettiva sono quella di un viaggio che continua: “Mettiamo a disposizione le nostre risorse e il nostro avanzato know-how in numerosi progetti per la viticoltura sostenibile di domani”

“Abbiamo davanti un percorso non facile, ma estremamente stimolante che speriamo di poter perseguire con voi, che ci avete fino a oggi sostenuto e apprezzato.

Il tutto anche in inglese.





Editoriale della Settimana

  • Super bianchi

    di Daniele Cernilli 26/09/22

    Con appena alle spalle la presentazione della Guida Essenziale ai Vini d’Italia 2023 (ieri e...

Eventi

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL