Ettore Nicoletto è il nuovo Presidente del Consorzio di Tutela del Lugana

di Redazione 14/03/19
346 |
|
Ettore Nicoletto

Ettore Nicoletto, 55 anni, laurea in Economia e Commercio conseguita a Cà Foscari, dal 2008 amministratore Delegato di Santa Margherita Gruppo Vinicolo, è il nuovo Presidente del Consorzio di Tutela del Lugana DOC, una delle denominazioni emergenti del panorama vitivinicolo nazionale.

Ettore Nicoletto ha iniziato a lavorare nel mondo del vino sin dagli anni Novanta: è Vicepresidente del Gruppo vini di FederVini ed ha guidato nel recente passato per ben due mandati “Italia del Vino-Consorzio” (una delle maggiori realtà italiane votate all’internazionalizzazione del settore e che raggruppa i maggiori player nazionali); è Amministratore Delegato di Cà Maiol, cantina-icona del Lugana, entrata a far parte del mosaico enologico del Gruppo di Fossalta di Portogruaro (VE) nell’autunno del 2017.

«E’ una grande responsabilità assumere questa carica – sottolinea il neopresidente – ed un grande onore. Il Lugana è un vino bianco emergente, che ha saputo riscuotere un grande successo in Italia ed in Europa, e che ora è atteso dalla sfida ancora più impegnativa della sua definitiva internazionalizzazione, attraverso lo sbarco in nuovi mercati nel mondo. Dalla sua, il Lugana ha la forza di un territorio eccezionale per la vitivinicoltura – la gronda meridionale del Lago di Garda –, una delle più belle mete per i winelover; ha il retaggio e lo spirito imprenditoriale dei suoi produttori, ha il fascino di un vitigno autoctono e, soprattutto, ha la grande eleganza e ricchezza che caratterizzano questo vino rendendolo un abbinamento perfetto a moltissime cucine regionali ed internazionali.

Metterò a disposizione la mia esperienza, maturata in decenni di lavoro nel mondo, per portare il Lugana là dove merita, attraverso una crescita equilibrata, rispettosa del territorio, improntata alla sostenibilità. Il Lugana, per le qualità organolettiche che lo caratterizzano, si presenta come la scelta perfetta del consumatore di oggi, giovane e attento, che cerca un prodotto fresco, fragrante, approcciabile, moderno. Il suo stile piacevole e contemporaneo lo rende, potenzialmente, uno dei grandi vini bianchi del futuro.»

Aggiunge Ettore Nicoletto: «I nostri obiettivi sono molto chiari ed in linea con la strategia del precedente mandato, iniziando da un ulteriore sviluppo del valore economico della Denominazione, favorendo un’equilibrata ripartizione dello stesso attraverso tutti i comparti della filiera vitivinicola, e impegnandoci a consolidare il trend positivo registrato negli ultimi anni, con un rafforzamento dell’attività di comunicazione e promozione a livello internazionale.»

Il comparto Lugana DOC ha chiuso il 2018 con un deciso segno “più” registrando un trend di crescita che va oltre l’8,6% a valore rispetto all’anno precedente, per un totale di bottiglie prodotte che superano i 17,5 milioni.

Il vigneto Lugana ha superato nel secondo semestre 2018 i 2.200 ettari di superficie (di cui il 12% in Veneto e l’88% in Lombardia). La quota export della denominazione è pari al 70% della produzione complessiva.

Assieme ad Ettore Nicoletto, il nuovo Consiglio del Consorzio di Tutela del Lugana DOC vede Igino Dal Cero, Francesco Montresor, Nunzio Ghiraldi e Luca Formentini (Imbottigliatori); Emanuele Urbani, Sonia Brunello, Francesco Franzoni, Marida Benedetti (Viticoltori); Francesco Mascini, Alberto Zenato, Roberto Girelli e Piergiuseppe Crestani (Vinificatori).





Editoriale della Settimana

Eventi

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL