Campagna anti Prosecco in Gran Bretagna

di Daniele Cernilli 31/08/17
989 |
|
Campagna anti Prosecco in Gran Bretagna

È in atto da parte di The Guardian, e di altri importanti quotidiani britannici una assurda campagna contro il Prosecco. L’accusa è quella di provocare danni allo smalto dei denti a causa dell’elevata acidità. “Se non potete permettervi di bere Champagne, bevete birra”è la conclusione dell’articolo. Una volta si chiamavano “notizie false e tendenziose”, ora fake news, ma la sostanza è identica. Basta solo ricordare che, ammesso che il problema sia l’acidità, che proprio gli Champagne hanno analoghi e spesso superiori contenuti di acidità rispetto ai Prosecco, che molti vini bianchi del nord, Riesling della Mosella e del Reno, idem. E che tutti i succhi e le spremute di agrumi e di pomodoro hanno dei livelli di acidità più elevati di quelli del Prosecco.

Diceva Andreotti che a pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca. Bene, forse il problema non è nell’acidità del Prosecco, ma in quei 53 milioni di bottiglie che si esportano attualmente nel Regno Unito e che erodono mercati allo Champagne e proprio alla birra, che strano. Proprio quella birra che viene consigliata in alternativa al Prosecco in modo apparentemente ingenuo. Parafrasando un vecchio slogan pubblicitario proprio della birra, meditate gente, meditate….





Editoriale della Settimana

Eventi

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL