Bruno Giacosa, un ricordo per la sua scomparsa

di Daniele Cernilli 22/01/18
415 |
|
bruno giacosa è morto

“Gino, questo Barbaresco è buonissimo”. “Disgraziato, questo non è “un” Barbaresco, questo è il Santo Stefano ’71 di Bruno Giacosa e quel signore con gli occhiali che vedi al tavolo accanto è proprio Bruno Giacosa”. Botta e risposta fra me, giovanissimo, e Gino Veronelli al Risit d’Aur 1980 da Giannola e Benito Nonino. Ovviamente mi alzai dal mio posto e andai a complimentarmi, con molta soggezione. Giacosa mi sorrise e iniziammo a chiacchierare amabilmente per almeno mezz’ora. Ora che non c’è più mi è rivenuto in mente quell’episodio di tanti anni fa. Forse è per quel motivo che abbiamo continuato a darci del “lei”, con rispetto ma anche con affetto reciproco. Da qualche anno Bruno Giacosa non stava tanto bene, ma questo non gli ha mai impedito di continuare a occuparsi della sua straordinaria gamma di vini. Con Giacosa se ne va uno dei pilastri della vitienologia italiana. Lo ricorderò, lo ricorderemo a lungo con i suoi grandissimi vini che gli sopravviveranno per tanti anni ancora. Grazie Bruno Giacosa e buon viaggio.





Eventi

Dicembre 2018
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
·
·
·
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
·
·
·
·
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL