Il Mediterraneo, tempio della dieta

di Redazione 22/02/21
457 |
|
Il Mediterraneo, tempio della dieta

È scaricabile gratuitamente (a questo link) il volumetto Il Mediterraneo, tempio della dieta, Storia, tradizione e aspetti nutrizionali della dieta mediterranea.

Nel 2010 la Dieta Mediterranea entra a far parte, per Unesco, dei Patrimoni Immateriali dell’Umanità. L’etimologia del termine dieta, come sappiamo, contempla non solo la sana alimentazione, ma anche la soddisfazione di bisogni psicologici di benessere e relazione, il rispetto del giusto ritmo di vita e dunque indirettamente anche quello del territorio che ci offre i prodotti e l’ambiente necessari.

Il decennale del riconoscimento quale Patrimonio Immateriale dell’Umanità offre l’occasione per alcune importanti riflessioni, sia sotto l’aspetto antropologico, che sotto quello nutrizionale, caposaldo di una corretta alimentazione che garantisce benessere e longevità a chi la pratica.

La Dieta Mediterranea si riferisce ai territori che circondano il Mar Mediterraneo, che in realtà sono caratterizzati da culture alimentari, preparazioni e stili di vita molto diversi tra loro: lo spazio semantico delle parole "dieta" - come modo di vivere e stile di vita - e "mediterraneo" è infatti molto vasto. Caratteristica della cultura alimentare dei mediterranei è il saper "inglobare e trasformare" prodotti animali e vegetali derivanti dall'incontro con popoli differenti sin dai tempi più antichi. L'Estremo e il Vicino Oriente, in epoche antiche, e la scoperta dell'America, in tempi più recenti, hanno contribuito, attraverso contaminazioni agronomiche e gastronomiche, a definire i caratteri attuali della "dieta dei mediterranei".

Nei decenni trascorsi dalla sua prima formulazione, risalente agli anni '50 del secolo scorso, la Dieta Mediterranea è stata comunicata in modo parziale, con il ricorso a una iconografia piramidale che ha rischiato di trasformarla, a volte, da bene culturale, in cui trovano posto aspetti immateriali e nutrizionali, a mera lista di alimenti, con quantità e loro frequenza di consumo.

Gli autori di questo volume vanno oltre la rappresentazione a piramide della Dieta Mediterranea e ne propongono la raffigurazione attraverso il simbolo del Tempio, che costituisce un approccio allargato al significato originale di Dieta. L'iconografia proposta, infatti, include sia gli alimenti che gli aspetti sociali e tradizionali dei popoli che abitano il Mediterraneo: basamento, colonne, capitelli, fregio e architrave ospitano, ognuno, gli elementi che concorrono a fornire il quadro completo degli aspetti che l’uomo deve prendere in considerazione per il proprio benessere psicofisico e il giusto stile di vita. Il modello tiene conto delle indicazioni nutrizionali (fondandosi su soli quattro gruppi alimentari), degli aspetti culturali, della biodiversità, della tradizione, del rapporto con il territorio, della sostenibilità. Il Tempio, oltre a sintetizzare in modo olistico l'essenza della Dieta Mediterranea, è anche il simbolo della tradizione che rappresenta e unisce tutte le civiltà del mare nostrum. 

Il tempio, modello architettonico ancora oggi insuperato e carico di valenza simbolica, consente con grande agilità di lettura di proporre le due dimensioni materiale e immateriale, rispondendo pienamente alle ragioni della scelta dell’Unesco, su una dieta che “coinvolge una serie di competenze, conoscenze, rituali, simboli e tradizioni riguardanti le colture, la raccolta, la pesca, l’allevamento degli animali, la conservazione, la lavorazione, la cucina, e in particolare la condivisione e il consumo di cibo”.

Le "cucine mediterranee" sono perciò il punto di arrivo di una complessa evoluzione millenaria. Questo volume propone al lettore, attraverso un'analisi storica, antropologica e nutrizionale, un percorso innovativo per considerare la Dieta Mediterranea non solo patrimonio dell'umanità, ma anche una ricchezza personale, uno stile di vita, un vero e proprio modo di essere.

Indice:

Giuseppe Pulina, Il mediterraneo, la culla del cibo
Giuseppe Pulina, Evoluzione dei cibi del mediterraneo
Elisa Ascione, La dieta mediterranea e il patrimonio immateriale: un approccio antropologico
(La convivialità e il mangiare insieme: dal pasto collettivo al pasto familiare; La produzione e la cura dei paesaggi; Conclusioni; Riferimenti Bibliografici)
Elisabetta Bernardi, Razionale del tempio della dieta mediterranea
(Che cos'è la Dieta Mediterranea; Dieta Mediterranea e salute; Il Tempio della Dieta Mediterranea; Note)
Silvana Chiesa, Breve storia degli alimenti e prodotti che hanno caratterizzato la dieta mediterranea
(La scoperta dell'America e i prodotti che hanno cambiato la Dieta Mediterranea; I quattro gruppi alimentari della Dieta Mediterranea; Note)
Adolfo Leoni, Emanuele Luciani, L'esperienza marchigiana del laboratorio piceno della dieta mediterranea

IL MEDITERRANEO, TEMPIO DELLA DIETA
Storia, tradizione e aspetti nutrizionali della dieta mediterranea

di Elisa Ascione , Elisabetta Bernardi , Silvana Chiesa, Giuseppe Pulina

Contributi di Adolfo Leoni, Emanuele Luciani

pp. 90, 1a edizione  2020 (Codice editore 11810.2.3)

Tipologia: E-book 
Disponibilità Clicca qui per scaricare

Codice ISBN: 9788835114154

Pubblicato con licenza Creative Commons Attribuzione-Non Commerciale-Non opere derivate 4.0 Internazionale (CC-BY-NC-ND 4.0) nella collana Uomo, ambiente, sviluppo





Editoriale della Settimana

Eventi

Settembre 2021
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
6
7
8
9
21
23
24
25
26
27
28
29
30
·
·
https://www.ninofranco.it/it/
https://shop.doctorwine.it/prodotti/libri/bollicine-italiane-by-doctorwine

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL