Tubetti con le cozze

di Stefania Vinciguerra 23/07/22
242 |
|
Tubicini con le cozze e san sisto

A questo piatto, gustoso e tipicamente estivo, abbiniamo il Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore Massaccio delle Tenute San Sisto. Un matrimonio perfetto.

Ingredienti per 2 persone:

1 kg di cozze certificate MSC, 200 g di tubetti di pasta, 50 ml di vino bianco, 100 g di polpa di pomodoro, 2 rametti di prezzemolo, 1 peperoncino, 2 spicchi di aglio, Olio evo q.b., Sale e pepe 

Preparazione:

Dopo averle pulite, riporre in un tegame le cozze con un fondo di olio, aglio, peperoncino e gambi di prezzemolo; coprire con un coperchio e lasciare che si aprano a fuoco medio. Non appena le cozze si saranno aperte, toglierle dal fuoco e lasciarle raffreddare. 

Filtrare l’acqua con un colino e un panno in modo da eliminare le impurità. 

Quando le cozze si saranno intiepidite, sgusciarle e tenerle da parte. 

In una padella soffriggere uno spicchio di aglio e un peperoncino con un filo di olio quindi aggiungere i tubetti, la polpa di pomodoro e il vino. Quando il vino è evaporato, aggiungere l’acqua (bollente) delle cozze.

Portare a cottura come se fosse un risotto, aggiungendo se necessario dell’acqua bollente. A fine cottura aggiungere le cozze sgusciate e mantecare con prezzemolo, olio e pepe. 

Vino in abbinamento:

(a cura di Stefania Vinciguerra)

Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore Massaccio Tenute San Sisto

Giallo paglia verdolino brillante. Complesso, fine, con sentori di erba medica, lieve aneto, cedro e fiori di campo. Sapore salino, corposo, agile, di deliziosa bevibilità, con finale lungo e persistente.

Zona di produzione: Massaccio è l’antico nome di Cupramontana, su cui si affacciano i bellissimi vigneti delle Tenuta San Sisto, collocati nelle zone più alte ed esposte a sud. Grazie a queste particolari condizioni topografiche e grazie a condizioni ambientali uniche, con notti fresche e giornate soleggiate ed asciutte, le uve possono rimanere in campo per un periodo maggiore rispetto alla normale data di vendemmia. Questo consente un leggero processo di surmaturazione caratterizzato dal nobile intervento dell’infavatura da parte della botrite. Il verdicchio raggiunge così maggiore concentrazione e maturazione aromatica.

Vitigni: Verdicchio 100%, leggermente surmaturo.

Produzione: le uve attentamente diraspate, al fine di mantenere gli acini il più possibile integri, vengono poste a macerare a freddo in pressa (criomacerazione) per un periodo di almeno 10-12 ore. Durante questo processo, si estraggono tutte le componenti aromatiche presenti nelle ricche bucce. Il vino fermenta in vasche di cemento ad una temperatura di 18-20°C. Si arricchisce infine sulle proprie fecce fini, per un periodo di almeno 5-6 mesi e si affina in bottiglia per almeno 8 mesi.

Temperatura di servizio: 8-10°C.





Editoriale della Settimana

Eventi

Dicembre 2022
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
·
1
2
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL