Tris di farro, lenticchie e zucchine saltate con pomodori ciliegino

di Katiuscia Rotoloni 17/07/21
179 |
|
Farro lenticchie e zucchine con Barbera d’Asti La Lippa 2020 La Gironda

Un piatto fresco ma sostanzioso che ben si addice all’abbinamento con la Barbera d’Asti La Lippa 2020 La Gironda. Ovviamente servita fredda.

La coltivazione del farro dicocco o Triticum dicoccum è molto diffusa sugli Appennini, Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo, Molise e Lazio. È usato per preparare zuppe o, come in questa ricetta, per piatti freddi, la sua farina viene utilizzata per fare pane, dolci, pizza e focacce. Con la sua semola, si ottiene la pasta. 

Viene venduto in tre tipologie diverse: il farro dicocco perlato, che non va messo in ammollo, quello decorticato, che va ammollato per almeno 8 ore e richiede una cottura più lunga, e quello integrale, venduto spesso in negozi specifici, richiede un ammollo ben più lungo e più di 1 ora di cottura.

N.B. Il farro monococco, è la varietà più antica e contiene solo il 3% di glutine.

Ingredienti per 4 persone:

250 g farro perlato, 500 g zucchine romanesche, 12 pomodori cilieginino, 200 g lenticchie di Castelluccio secche, 1 tazza salsa di pomodoro, 2 cipolle, 1 costa di sedano, 1 spicchio di aglio, sale e olio EVO q.b.

Procedimento:

Lessare il farro nell'acqua salata per 30 minuti circa oppure 10 minuti in pentola a pressione. Lasciare riposare per 10 minuti, scolare, a farlo freddare allargandolo su un piatto piano ampio e condire con olio EVO per evitare che i chicchi si attacchino fra loro.

Lessare anche le lenticchie in acqua fredda salata insaporita con aglio, cipolla e sedano per 30 minuti.

Tagliare a rondelle le zucchine e saltarle in una capiente padella, aggiungere i pomodori tagliati a metà cottura.

Soffriggere la cipolla a fette e aggiungere la salsa di pomodoro. 

Una volta cotte scolare le lenticchie, togliere aglio, cipolla e sedano e dopo aver scolato l’acqua in eccesso, ripassare le col sughetto appena preparato. Salare a piacere.

Servire il farro in piatti piani affiancato dalle zucchine e le lenticchie.

Vino in abbinamento:

(di Stefania Vinciguerra)

Barbera d’Asti La Lippa 2020 La Gironda

Rubino porpora intenso. Nitida e accattivante l’intensità olfattiva, con frutto rosso, cenni floreali di rosa e un’intrigante nota di marmellata d’arancia. Molto fresco in bocca, saporito, fruttato, con una bella spinta gustativa che conduce a un piacevole finale fruttato.

Zona di produzione: la collina del Bricco di Nizza e la frazione Chiesavecchia a Calamandrana, dove sono stati recuperati i precedenti vigneti e ne sono stati impiantati dei nuovi.

Vitigno: barbera 100%.

Produzione: nessun diserbo chimico, nessun prodotto di sintesi, ridotto consumo delle risorse ambientali, gestione manuale di tutte le fasi di lavorazione (dalla potatura alla vendemmia), interventi minimi in vigna e in cantina, uso di bottiglie leggere e di tappi ecologici a base di canna da zucchero. L’affinamento è solo in acciaio, per mantenere il suo gusto giovane e vivo.

Temperatura di servizio: in estate, circa 10-12°C.

Abbinamenti consigliati: perfetta per pane e salame, si abbina a tutti i primi piatti, ai risotti, alla pastasciutta ed anche a piatti etnici.  Ideale per la pizza o un barbecue in compagnia. Da provare anche con il pesce, soprattutto in zuppa o in guazzetto.

QUESTA RICETTA È OFFERTA DA LA GIRONDA

Prodotti Correlati

  Prodotto Produttore Pubblicato il Autore Leggi
Logo La Gironda
20/06/12 Redazione




Editoriale della Settimana

  • L’ultimo Breg

    di Daniele Cernilli 26/07/21

    Il grande macerato di Josko Gravner con l’annata 2012, appena uscita, lascia la scena. Josko...

Eventi

https://www.consorziovinonobile.it/index.php?lang=ITA
https://shop.doctorwine.it/prodotti/libri/vini-per-tutte-le-tasche-by-doctorwine

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL