Spaghetti con gamberoni

di Antonella Amodio 09/05/20
576 |
|
Spaghetti con gamberi in rosso e Phasianus Corvina Rosato Verona Igt 2019 Cottini Monte Zovo

Spaghetti “in rosso” con i gamberoni da abbinare al Phasianus Corvina Rosato Verona Igt Bio 2019 di Cottini Monte Zovo.

Ingredienti per 4 persone: 

350 gr di spaghetti, 12 gamberoni, 10 pomodorini ciliegino, 4 cucchiai di olio extravergine, 1 spicchio di aglio, 3 cucchiai di passata di pomodoro, 1 bicchiere di vino bianco o rosato (meglio se lo stesso dell’abbinamento), sale, peperoncino e prezzolo q.b.

Preparazione:

Lavare e privare della testa e del carapace i gamberi (eccetto qualcuno per decorare il piatto) e metterli da parte. 

In una padella capiente scaldare l’olio con lo spicchio d’aglio e il peperoncino sbriciolato. Appena inizia a soffriggere aggiungere i pomodorini, continuando a mescolare. 

Sfumare con il vino e - appena sarà evaporato - aggiungere la passata di pomodoro e continuare la cottura per qualche minuto a fiamma media. 

Unire al sugo i gamberoni e il prezzemolo e lasciare cuocere per pochissimi minuti, aggiungendo se necessario il sale.

Nel frattempo cuocere gli spaghetti al dente, scolarli un minuto prima e buttarli nella padella col sugo per terminare la cottura.

Vino in abbinamento:

(a cura di Stefania Vinciguerra)

Phasianus Corvina Rosato Verona Igt 2019 Cottini Monte Zovo

Classico colore rosa salmone chiaro, al naso ricorda piccoli frutti di bosco, come fragolina e lampone, e leggere note agrumate. Il sorso è asciutto, fruttato, di buona freschezza gustativa e di piacevole struttura. Buona anche la persistenza finale. 

Zona di produzione: vigneti della tenuta di proprietà a Caprino Veronese, sulla collina a nord della cantina. Altitudine 250-300 metri sul livello del mare. Esposizione Est-Ovest. Terreno di natura morenico con scheletro ghiaioso.

Vitigni: corvina e corvinone da viticultura biologica (i vigneti sono certificati anche per il rispetto della biodiversità, secondo lo standard “Biodiversity Friend”). Vigne di età compresa tra i 12 e i 25 anni. Sistema di allevamento misto Guyot e pergola. Densità di impianto pari a 6.500 cp/ha (Guyot) e 3.300 cp/ha (pergola). Resa per ettaro 80 quintali. 

Vendemmia: l’epoca di raccolta è tardiva: inizia a fine ottobre/primi di novembre. Leggero appassimento in pianta. L’uva viene raccolta in casse, per mantenere la perfetta integrità dei grappoli.

Produzione: l’uva viene messa direttamente in pressa dove viene svolta una leggera macerazione a freddo di circa 18-24 ore. Si prosegue con la pressatura soffice delle uve. Successivamente si procede con la decantazione naturale del mosto per 24-36 ore e la fermentazione lenta di circa 30 gg. Il vino rimane sui propri lieviti, dai 3 ai 6 mesi, con ripetuti bâtonnage fino all'imbottigliamento.

Gradazione alcolica: 13% vol.

Temperatura di servizio: 8-10° C.

Abbinamenti consigliati: si abbina a ricette di pesce anche elaborate, come terrina di pesce al forno, sgombro ai profumi mediterranei o tartare di tonno marinata. Ideale anche con le grigliate estive. Da provare con la pizza.

Curiosità: il nome Phasianus, che in latino significa fagiano, è un tributo che Monte Zovo fa alla biodiversità che anima e popola i suoi vigneti nell’Anfiteatro morenico di Rivoli Veronese. Quest’ultimo è presente, come un quadro bucolico, anche nell’etichetta.

QUESTA RICETTA È OFFERTA DA COTTINI MONTE ZOVO

Prodotti Correlati





Editoriale della Settimana

Eventi

Agosto 2020
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
·
·
·
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
·
·
·
·
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL