Risotto al Prosecco e Parmigiano

di Redazione 17/06/17
1456 |
|
Risotto al Prosecco e Parmigiano

Questa ricetta è proposta dalla chef Clementina del ristorante Al Castelletto di Pedeguarda di Follina (Tv), da abbinare a Grave di Stecca Nino Franco.

Ingredienti per 6 persone: 

400 g riso Carnaroli, 70 g burro, 1,5 l brodo vegetale, 70 g scalogno, 130 g Parmigiano Reggiano, 1 cucchiaio olio extravergine d'oliva, sale e pepe q.b., 1 bottiglia di Nino Franco Grave di Stecca.

Preparazione :

Tritare lo scalogno, mettere 40 g di burro in una casseruola e quando sarà sciolto unire lo scalogno e un cucchiaio d'olio extravergine d'oliva.

Unire il riso e farlo tostare.

Bagnare con 35 cl di Grave di Stecca, mescolare e attendere che il vino evapori completamente.

Bagnare con un mestolo di brodo bollente continuando a mescolare e continuare aggiungendo il brodo e mescolando regolarmente fin quando il riso sarà quasi cotto.

Regolare di sale e pepe, secondo il proprio gusto.

Spegnere il fuoco e mantecare il riso con il restante burro, quindi aggiungere il Parmigiano Reggiano grattugiato.

Il riso continua a cuocere anche a fuoco spento ancora per alcuni minuti.

Servire il risotto all'interno della forma del Parmigiano (se per tante persone), altrimenti "creare" delle fondine con piccole forme di formaggio stagionato tagliate a metà in senso orizzontale.

Vino in abbinamento: 

Grave di Stecca Nino Franco 

 

 


 

 

Giallo paglierino, brillante; bollicine fitte e dalla dolce mobilità. Profumi di frutta matura, erbe aromatiche, salvia; intense note di pietra focaia. All’assaggio è secco, ma cremoso. Finale setoso e persistente con un tocco di mandorla tostata.

Zona di produzione: un vigneto di antiche origini, denominato “Grave di Stecca”, un clos sulle pendici delle Prealpi e ubicato a pochi passi dal centro di Valdobbiadene. Esposto a sud, e in parte schermato da un ampio parco, gode di un particolare microclima.

Vitigni: 100% glera.

Tecnica di produzione: ottenuto con la seconda fermentazione in autoclave, metodo Charmat.

Tipologia: Brut (7 g/l)

Temperatura di servizio: 6-8° C.

Abbinamenti consigliati: da sorseggiare come aperitivo e da godere a tutto pasto. Ottimo abbinamento con prosciutto, frutti di mare, fish & chips e tempura di gamberi e verdure.

QUESTA RICETTA E' OFFERTA DA NINO FRANCO 





Editoriale della Settimana

  • Una buona notizia

    di Daniele Cernilli 27/06/22

    Per UIV - elaborazione dati Istat - l’export del vino italiano nel primo trimestre è...

Eventi

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL