Ribollita toscana

di Stefania Vinciguerra 16/11/19
1001 |
|
ribollita toscana e chianti classico dievole

Zuppa di verdure superclassica, la abbiniamo al Chianti Classico 2017 di Dievole.

Il nome ribollita nasce dal fatto che aggiungendo verdure alla zuppa giorno dopo giorno il sapore continua ad aumentare. Esistono diverse versioni della ricetta, ma gli ingredienti principali sono: pane raffermo, fagioli cannellini e verdure a foglia verde.

Ingredienti:

1 piccolo cavolo verde, 4-5 manciate di altre verdure a foglia verde (preferibilmente cavolo nero), 1 porro, 1 gambo di sedano, 2 carote, 1 pomodoro grande, 1 cipolla grande, olio extravergine d'oliva, 2 spicchi d'aglio (facoltativo), 6-8 fette di pane bianco raffermo (possibilmente casareccio), 250-300 grammi di fagioli cannellini, anche precotti o in scatola, sale, pepe, circa 1,2 litri di acqua fredda.

Procedimento:

Tritare grossolanamente tutte le verdure. Tagliare la cipolla a dadini, saltarla in un filo d'olio d'oliva (la quantità può variare a piacere). Pestare o affettare l'aglio e aggiungerlo all'olio, ammorbidirlo, quindi aggiungere tutte le verdure. Lasciatele ammorbidire delicatamente.

Aggiungere l'acqua, portare ad ebollizione, poi lasciar cuocere il tutto a fuoco lento per circa 1 ora e mezza. Aggiungere altra acqua se lo si desidera. 

Mescolare i fagioli, salare, pepare e aggiungere il pane a fette.

Lasciar bollire per 20 minuti, poi servire, irrorando con altro olio d'oliva, pepe grattugiato al momento e, se piace, parmigiano reggiano grattugiato. 

Vino in abbinamento:

Chianti Classico 2017 Dievole

Rosso rubino intenso. Estremamente classico nei profumi, con il floreale della viola mammola e i frutti rossi maturi. Torna il fruttato, soprattutto della ciliegia, in un sorso strutturato e dai tannini maturi, con ottima beva e buona persistenza. 

Zona di produzione: vigneti da 300 a 420 metri di altitudine in comune di Castelnuovo Berardenga, nel comprensorio del Chianti Classico meridionale, con suoli in parte arenacei e in parte limoso-argillosi con scheletro e presenza di calcari e marne.

Vitigni: 90% sangiovese, 7% canaiolo, 3% colorino. Cordone speronato in conversione a Guyot. Densità d’impianto di 5.000 piante/ettaro e una resa per ettaro di 75 q.li.

Vendemmia: fine settembre.

Produzione: fermentazione per 14-15 giorni in tini di cemento grezzo da 75 hl ad una temperatura massima di 28°C. Maturazione in botti di rovere francese non tostate da 41 hl per circa 13 mesi. Affinamento in bottiglia per almeno 3 mesi.

Gradazione alcolica: 13,50% vol.

Temperatura di servizio: 18° C

Prodotti Correlati





Editoriale della Settimana

Eventi

Novembre 2020
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
24
25
26
27
28
29
30
·
·
·
·
·
https://www.kellereimeran.it/it/assortimento/vini/dettaglio/aa-pinot-nero-riserva-zeno
http://www.stmichael.it/

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL