Polpette con ketchup di pomodori datterini

di Antonella Amodio 18/04/20
3035 |
|
Polpette con ketchup di pomodori datterini e Conero Cùmaro Riserva 2015 Umani Ronchi

Un classico della cucina di casa, con la particolarità di una salsa agrodolce. Lo proponiamo in abbinamento con il Conero Cùmaro Riserva 2015 Umani Ronchi.

Ingredienti per 6 persone: 

300 gr di carne di manzo macinato, 200 gr pane raffermo, 70 gr parmigiano reggiano grattugiato, 3 uova medie, prezzemolo, aglio, sale, pepe, pan grattato q.b. 

Per il ketchup di pomodori datterini: 

700 gr di pomodori datterini, 1 spicchio d'aglio, 1 costa di sedano, 1 cucchiaino di zucchero di canna, 1 cucchiaio di aceto di mele, 1 cucchiaio di olio d'oliva, 1,5 cucchiai di salsa Worcester, sale, pepe, peperoncino e fecola di patate q.b.

Preparazione: 

Per prima cosa preparare il ketchup lavando i pomodori e dividendoli a metà. 

Disporli quindi in una pentola insieme con il sedano tagliato a pezzi piccoli, lo spicchio d’aglio sminuzzato, lo zucchero, l’aceto di mele, l’olio d’oliva e la salsa Worcester. Unire un pizzico di sale, pepe e peperoncino piccante e cuocere, sino a portare lentamente a bollore, per circa 30 minuti girando di tanto in tanto. 

Passare al setaccio la salsa ottenuta mentre è ancora calda e aggiungere un cucchiaino di fecola di patate mescolando velocemente. 

Rimettere sul fuoco per un paio di minuti e cuocere finché la salsa non diventa più consistente. 

Per preparare le polpette di carne, affettare il pane raffermo rimuovendo la crosta e mettendo la mollica a bagno. 

Mescolare le uova con la carne, unire l’aglio sminuzzato, il parmigiano, il prezzemolo, il pane ammollato, il pepe e il sale. 

Impastare e - nel caso - unire il pangrattato per addensare il composto. Formare delle polpette e friggerle in olio bollente. 

Servire calde con il ketchup di pomodori datterini. 

Vino in abbinamento:

(a cura di Stefania Vinciguerra)

Conero Cùmaro Riserva 2015 Umani Ronchi

Rosso rubino molto intenso. Al naso ha note di frutti scuri, amarena, frutta secca, viola, spezie e tabacco. Bocca carnosa, di buona struttura e profondità, con tannini ben integrati e levigati. Buona persistenza.

Zona di produzione: La vigna da cui nasce il Cúmaro si trova nel comune di Osimo (AN), nel fondo di San Lorenzo. È esposta a sud‐est, su una collina che è a circa 150‐200 metri sul livello del mare. Il terreno, che risale a formazioni del plio‐pleistocene marino, è profondo, franco argilloso, a tratti sabbioso, calcareo con discreta presenza di scheletro. 

Vitigno: montepulciano 100%. La resa, che viene contenuta attraverso potature molto corte e diradamenti mirati, può variare in base alle stagioni, da 60 a 80 q/ha.

Vendemmia: eseguita a mano, con l’uva raccolta e trasportata in casse. Normalmente avviene in ottobre, quando le uve montepulciano, vitigno piuttosto tardivo, hanno raggiunto un ottimo e avanzato grado di maturazione fenolica.

Produzione: L’uva diraspata e leggermente pigiata viene fatta fermentare a 27‐29°C in fermentini di acciaio per 12‐14 giorni su lieviti indigeni. Successivamente il vino passa alla fase della fermentazione malolattica, al termine della quale viene affinato in barrique di rovere da 225 lt. per un periodo di 12‐14 mesi. Dopo l’imbottigliamento affina ulteriormente, in ambiente termocontrollato, per circa 6‐8 mesi. 

Temperatura di servizio: 16-18°C.

Abbinamenti consigliati: grande compagno di carni rosse al sangue, selvaggina da piuma e formaggi stagionati.

Curiosità: il nome Cúmaro viene dal greco kòmaros che indica il corbezzolo greco o andracne, un arbusto sempreverde tipico dei boschi del Monte Conero, dove crescono le uve di questo vino.

Prodotti Correlati





Editoriale della Settimana

Eventi

Agosto 2020
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
·
·
·
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
·
·
·
·
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL