Peperoni cornetti ripieni

di Antonella Amodio 13/07/19
813 |
|
peperoni cornetti ripieni e Alto Adige Pinot Nero Rosé 2018 San Michele Appiano/St.Michael Eppan

I peperoni ripieni sono il simbolo della cucina dell’estate. Proviamoli con l'Alto Adige Pinot Nero Rosé 2018 di San Michele Appiano.

Chiamateli cornetti, friggitelli, zafarani cruschi o peperoni, il sapore non cambia. I peperoni sono gustosi, tipici della cucina meridionale.

Ingredienti per 4 persone:

8 peperoni cornetti, 200 gr di parmigiano reggiano, 200 gr di salsiccia, 2 uova, 5 fette di pane casareccio sbriciolato, 1 spicchio di aglio, una manciata di trito di basilico, 100 gr capperi, 100 gr olive nere denocciolate, origano q.b. sale q. b., peperoncino q.b., 5 cucchiai di olio extravergine.

Preparazione:

Lavare e asciugare i peperoni.  Tagliare la calotta ed estrarre il peduncolo e i semi dalla parte superiore. 

In una terrina mescolare la mollica di pane, la salsiccia privata del budello, le uova, il Parmigiano Reggiano grattugiato, l’aglio tritato, il basilico, le olive nere sminuzzate e i capperi. 

Mescolare e condire con 2 cucchiai di olio, aggiustare di sale e unire il peperoncino a piacimento. 

Riempire i peperoni con il composto e chiudere con un pezzo di pane sistemato all’interno. Cuocere in forno con il restante olio per 30 minuti a 200°C.

Vino in abbinamento:

(a cura di Stefania Vinciguerra)

Alto Adige Pinot Nero Rosé 2018 San Michele Appiano/St.Michael Eppan

Il pinot nero è un'uva che il Alto Adige è ambientata da oltre 150 anni e dà ottimi vini rossi. Questa versione rosata proposta dalla cantina di San Michele Appiano ha un colore rosa delicato, con ricchi profumi fruttati di fragoline e lampone. In bocca è fresco e fruttato, succoso e di buona acidità.

Zona di produzione: svariati vigneti nei comuni di Appiano, in Alto Adige, su depositi morenici e terreni ghiaiosi a contenuto calcareo.

Vitigni: pinot nero da piante di 10 a 30 anni allevate a pergola e Guyot.

Vendemmia: inizio a fine settembre; raccolta e selezione manuali delle uve.

Produzione: metodo saignée, con una resa dell'uva in vino di 55 hl/ha. Fermentazione e affinamento in acciaio.

Gradazione alcolica: 13,5% vol.

Temperatura di servizio: 10-12°C gradi (ma anche raffreddato sugli 8-10°C).

Abbinamenti consigliati: è adatto alle merende al tagliere, ma anche alla pizza, alla pasta oppure ancora al petto di faraona ripieno all'aglio orsino. A temperature più fresche dà il meglio di sé sui piatti di pesce.

Potenziale d'invecchiamento: da 2 a 3 anni.

QUESTA RICETTA E' OFFERTA DA SAN MICHELE APPIANO/ST. MICHAEL EPPAN

Prodotti Correlati





Editoriale della Settimana

  • Ricordando Bonilli

    di Daniele Cernilli 03/08/20

    Sono passati ormai sei anni da quando Stefano Bonilli ci ha lasciato improvvisamente e...

Eventi

Agosto 2020
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
·
·
·
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
·
·
·
·
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL