Filetto di salmerino con panure al nero di seppia

di Redazione 21/10/17
586 |
|
Filetto di salmerino con panure al nero di seppia

Ricetta realizzata dal ristorante Maso Franch di Giovo (TN) e l’abbinamento consigliato è con lo Chardonnay Diàol della linea Le Selezioni di La-Vis.

Ingredienti per 4 persone: 

4 filetti di salmerino, 200 g pan carré, 20 g nero di seppia, 1 carota, 1 zucchina,  1 cavolfiore, 1 sedano rapa, 1 spicchio d’aglio, 1 rametto di rosmarino, finocchietto selvatico, olio extravergine d’oliva, timo, sale e pepe

Procedimento:

Frullare il pane con il nero di seppia.

Spinare il pesce, salarlo leggermente e passarlo nella panure, quindi cuocere in forno a 180° per 8 minuti.

Sbucciare il sedano rapa, tagliarlo a cubetti e cuocere in acqua bollente salata per 10 minuti, scolare e mettere in una teglia con uno spicchio d’aglio, un rametto di rosmarino, un filo d’olio extravergine d’oliva, sale e pepe, cuocere in forno a 180° per 20 minuti.

Pulire le verdure e tagliarle a bastoncino, cuocere in acqua bollente salata per 3-4 minuti e infine rosolarle in padella con olio extravergine d’oliva e timo.

Vino in abbinamento 

Diàol Trentino Chardonnay Doc Lavis 

Le Selezioni di Cantina Lavis sono frutto del progetto di “zonazione” che da più di 30 anni guida la filosofia di produzione della Cantina. Solo zone selezionate, vigneti altamente vocati ed eccellenza produttiva danno vita a vini unici. Questo Chardonnay esprime la migliore interpretazione delle zone classiche per questo vitigno.

Giallo paglia intenso. Fragranti note di un prato di montagna, con pera, pesca bianca, mandorla fresca, accenni di agrumi e lievemente fumé. Sapore salino, pieno, caldo, composto e di buona lunghezza.

Zona di produzione: Comune di Lavis, frazione Pressano, vigneti posti a 270 m s.l.m. con esposizione a sud-ovest; composizione del terreno: franco-argilloso, drenato, fertile, a litologia prevalentemente siltitica.

Vitigno: chardonnay, allevato a Guyot con una densità di impianto di 6.250 ceppi/ha.

Produzione: raccolta manuale intorno alla seconda/terza decade di settembre, pressatura soffice delle uve, fermentazione in serbatoi d’acciaio inox, barrique e tonnea di rovere francese, maturazione sulle lisi per 12 mesi circa prima dell’imbottigliamento, affinamento in bottiglia minimo 6 mesi.

QUESTA RICETTA E' OFFERTA DA LA-VIS

Prodotti Correlati





Editoriale della Settimana

Eventi

Giugno 2019
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
·
·
·
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
24
25
26
27
28
29
30
·
·
·
·
·
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL