Filetti di suino nero dei Nebrodi con la salsa di mele

di Redazione 20/03/21
783 |
|
Filetti di suino nero dei Nebrodi con la salsa di mele e Quater Vitis Rosso Firriato

Ottimo piatto invernale della chef siciliana Bonetta Dell'Oglio che abbiniamo al Quater Vitis Rosso di Firriato.

Ingredienti per 4 persone;

8 fette di filetto di suino nero dei Nebrodi dello spessore di 2 cm circa, 8 fette di speck, un bicchiere di vino bianco, olio extravergine di oliva qb, rosmarino, sale e pepe

Per la salsa di mele: 4 mele golden, sale e pepe nero, rosmarino fresco

Procedimento:

Per la carne: preparare un intingolo di olio con rosmarino tritato, pepe, sale e bagnarvi la carne.

Avvolgere le fette di filetto con lo speck, grigliare leggermente su una griglia ben calda per pochi minuti.

Disporre le fette di carne in una teglia, con un poco d'olio e il vino e mettere in forno ben caldo per 10 minuti circa, facendo attenzione a tenere la carne ben umida.

Per la salsa di mele: pelare le mele, tagliarle a spicchi e mettere a cuocere con un goccio d'acqua, olio e una presa di sale. Quando saranno ben appassite, frullarle per farne una vellutata.

Quando i filetti saranno cotti, disporre un po’ di salsa di mele sul piatto e poggiarvi sopra le fettine di filetto, decorare a gusto e servire ben caldo.

Vino in abbinamento:

(a cura di Stefania Vinciguerra)

Quater Vitis Rosso Terre Siciliane Igt 2017 Firriato

Rubino denso con riflessi purpurei. Naso nitido con profumi di frutti di bosco, note speziate e pepate, cenni balsamici e di cioccolato. In bocca è morbido e quasi cremoso, corposo e mediterraneo, con un finale armonico ed equilibrato.

Zona di produzione: i vitigni nero d’Avola, perricone e frappato provengono dalla tenuta di Pianoro Cuddìa nell’agro di Trapani, allevate su terreno calcareo argilloso (da 130 a 250 metri di altitudine), mentre il nerello cappuccio dalla Tenuta di Cavanera sull’Etna a circa 680 metri di altitudine.

Vitigni: blend paritario di nero d’Avola, perricone, frappato e nerello cappuccio allevate con pratiche agronomiche diversificate per vitigno. La resa per ettaro è tra i 65 e i 68 quintali.

Vendemmia: ogni uva ha i suoi tempi di vendemmia, che viene completata entro la metà del mese di settembre per frappato, perricone e nero d’Avola, nel mese di ottobre, per il vitigno di nerello cappuccio. La vendemmia manuale consente una selezione dei grappoli che vengono sistemati in cassetta di legno per non compromettere la perfetta integrità degli acini.

Vinificazione: man mano che giungono in cantina, le diverse varietà subiscono un’ulteriore selezione per iniziare separatamente il processo di vinificazione per esaltare le specifiche peculiarità. L’affinamento di ogni singolo vino avviene in barrique di rovere americano e francese, per un periodo massimo di 10 mesi. Le migliori cuvée che si ottengono vengono assemblate per dare vita a questo vino.

Gradazione alcolica: 14.25 % vol.

Temperatura di servizio: 16-18°C.

QUESTA RICETTA È OFFERTA DA FIRRIATO

Prodotti Correlati





Editoriale della Settimana

Eventi

Agosto 2022
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
·
·
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL