Mezé Bistrot, un angolo mediorientale a Roma

di Iolanda Maggio 24/02/21
548 |
|
Mezé Bistrot Sala

Daniela Gean e Roberto Attias hanno creato un locale che è un melting pot dal fascino mediorientale e mediterraneo nel cuore del quartiere romano di Monteverde.

Nel 2011 in via di Monteverde 9, a Roma, è nato un bistrot dal cuore mediterraneo, dove la cucina dei Paesi che affacciano sul mare nostrum incontrano il gusto dei piatti del sud della nostra penisola, la Sicilia in primis, e si amalgamano in un intreccio indissolubile di sapori.

I suoi creatori sono Daniela Gean, di origini tripolitane e suo marito Roberto Attias, attore ma ristoratore d’adozione, ora anche insieme a uno dei loro figli, David, che collabora in sala. 

I Paesi mediterranei del sud, dal Marocco al Libano, dalla Tunisia all’Algeria, raccontano di una cucina che parla di storia, di spezie, di secoli di scambi commerciali e di cultura, spesso simili eppure tanto diverse nelle loro tradizioni gastronomiche. I mezè e la condivisione a tavola accomunano tutte queste nazioni: hanno origine antichissima, si parla addirittura dei tempi dei Sultani dell’Impero Ottomano… e da lì questo “rito” di assaggini che precedevano il pasto vero e proprio si è diffuso in tutto il Medio Oriente e il Nord Africa a macchia di leopardo diventandone un simbolo vero e proprio. 

In questo quartiere di Roma si può rivivere sia l’atmosfera che i sapori di questi porti lontani. Dell'hummus di ceci, ai falafel o il babaganoush di melanzane, le mitiche frittelle di zia Esterina o il burik sapientemente preparato con manualità disarmante. Un delizioso abbinamento dolce/salato con le melanzane dell’antica Persia punteggiate di chicchi di melagrana o la piacevole freschezza dello tzatziki greco. Tutto accompagnato ovviamente da pita calda servita copiosa e, chiedendola, anche una ciotolina di piccantissima harissa. 

Sulla lavagna vengono proposti a rotazione piatti fuori menù e anche le specialità che attingono alla tradizione giudaico romana e siciliana sono eseguite magistralmente aggiungendosi a volte anche a specialità cingalesi, ricette originali frutto dell’estro e della pazienza di Daniela e Elwis in cucina.

Insomma un melting pot dal fascino mediorientale, una sala con decori che richiamano questi Paesi dal fascino incontestabile e una selezione di vini studiata con attenzione che permette di accompagnare questi sapori ricchi.

Imperdibili però sono senz’altro il cous-cous (si può scegliere quello di sole verdure, di pollo o il più elaborato e intenso Merguaze - con salsiccia di agnello piccante) e il mio preferito il mezzo polletto alla Gerusalemme: ripieno di riso basmati, cannella, pinoli, cipolla e carne di vitella, cotto al cartoccio - questo piatto sprigiona un aroma a dir poco inebriante. Questa volta però oltre ai primi piatti fuori menù: spaghetti all’eoliana con capperi, olive, alici e cipolla e anche i rigatoni alla norma con ricotta salata, ho assaggiato il kebab shawarma - delle striscioline di pollo marinate alle spezie servite con riso basmati, salsa allo yogurt e hummus e insalata. 

I dolci sono anche questi particolari e ben fatti tutti in casa: la kunafa è un dolce a base di kataifi (striscioline di pasta fillo), crema di latte, frutta secca e sciroppo alle rose. L’atajef una sorta di pancake morbidissima farcita di ricotta, fiori d’arancio e granella di pistacchi; l’ottima torta con pere, noci e cannella servita con del gelato alla crema, ma il mio dolce del cuore qui è il gelato al cardamomo, profumato all’acqua di rose e servito con mandorle caramellate… ma purtroppo questa volta non era disponibile. Motivo essenziale per tornarci presto.

Voglio aggiungere un ultimo ma non meno importante dettaglio, qui nel periodo pre-Covid (ancora non hanno ricominciato) la domenica si può fare un buonissimo brunch ascoltando musica jazz dal vivo. Siamo a due passi da Villa Pamphili e nelle belle domeniche romane di sole, dopo una passeggiata nel verde, rilassarsi ai tavoli del Mezè Bistrot ascoltando le note del bravissimo duo jazz, dà tutta l’energia necessaria per rituffarsi il giorno dopo nel caos della metropoli lavorativa portandosi addosso ancora il profumo melodioso di queste terre lontane.

 

Mezè Bistrot
Via di Monteverde, 9B
00152  Roma
Tel. +39 388 1241449
Sito web: http://www.mezebistrot.it
email: mezebistrot@gmail.com
Facebook: https://www.facebook.com/mezebistrotroma
Instagram: https://www.instagram.com/meze_bistrot
Servizio a domicilio: http://www.mezebistrot.it/1/servizio_a_domicilio_281285.html
ORARI PRE_COVID:
Orari: dal lunedì al venerdì solo a cena (aperto dalle 18:30 anche per l’aperitivo)
Sabato e domenica pranzo e cena

Prodotti Correlati





Editoriale della Settimana

Eventi

Giugno 2021
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
1
3
4
7
9
10
11
15
16
17
22
23
24
25
·
·
·
https://www.comprendiamo.wine/it/
https://www.collemassariwines.it/

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL