La Ciambella (col buco) di Mirka e Francesca

di Iolanda Maggio 01/06/16
946 |
|
La Ciambella (col buco) di Mirka e Francesca

In uno dei tanti vicoli suggestivi di Roma, a pochi passi da Largo di Torre Argentina, si trova il ristorante La Ciambella, "bar au vin con cucina".

La "ciambella" a cui fa riferimento il nome della via, e del ristorante, non alluderebbe al dolce popolare che viene subito in mente ai più golosi come me ma all'antico rudere romano (alto circa 10 metri) che ancora oggi possiamo ammirare al di là di un paio di case che lo nascondono e al quale si appoggiano: si tratta dell'unico tratto rimasto in piedi delle antiche Terme di Agrippa e corrispondente alla metà della grande sala circolare che era il fulcro e il centro di tutto il complesso. 

Entrando si viene accolti dalla vulcanica e simpaticissima Mirka Guberti. Anni di esperienza in sala prima al Divinis di Bologna, poi a Roma da Pascucci al Porticciolo di Fiumicino, al Glass Hostaria di Cristina Bowerman e a La Regola in Piazza San Paolo alla Regola con Marina Perna. L’atmosfera è rilassante e ovattata grazie anche alla bellissima luce naturale che illumina il ristorante dal lucernario della sala interna. A terra, grazie ad una lastra di vetro, si intravedono i resti delle terme romane e si ha la sensazione, come in tanti altri luoghi della città eterna, di camminare nella storia. Ma qui non si traduce in una di quelle polverose trattorie turistiche in cui spesso ci si imbatte in centro ma al contrario questo è un bistrot accogliente e poliedrico aperto da mattina a sera,  dove ci si può fermare dalla colazione, al pranzo, dall’aperitivo fino a cena. La cucina infatti, apre alle 12:00 e non chiude mai fino alle 23:00.

Nella cucina a vista, c’è lei, Francesca Ciucci, concentrata e sorridente. Iniziamo con un piccolo benvenuto: dei bottoncini di pane morbido con mortadella uno e mozzarella, pomodoro e pesto l’altro. Poi un’ottima farinata con olio e rosmarino: da provare assolutamente; succulenta la parmigiana di melanzane e ancora la trippa alla romana profumata di menta che ha fatto perdere la testa anche a me che non sono un’amante del genere. Tra i primi piatti, oltre ai classici della cucina romana anche proposte del giorno. Abbiamo provato gli spaghetti guanciale e fiori di zucca dalla cremosità disarmante. Ma da applausi in piedi sono stati i semplicissimi spaghetti ai pomodorini pachino e pecorino.

Ammiro sempre gli chef che sanno “osare” mettendo in carta piatti così apparentemente facili…ma è proprio questo il banco di prova che dimostra il vero talento, la prova del nove di chi in cucina ci sa fare davvero e sicuramente Francesca ha quel passo in più perché i suoi spaghetti al pomodoro erano superbi. Per secondo moscardini in guazzetto (fare la scarpetta con il pane del forno Romeo è d’obbligo) e quaglia ripiena di albicocche.

La carta dei vini? È il regno di Mirka. Lasciatevi consigliare da lei nella scelta del perfetto abbinamento e vi assicuro che la sua contagiosa passione ammalierà anche i bevitori più distratti. Vi dico solo che il nostro DoctorWine ha confessato che ora avrà una “tana” in più oltre al già ben noto Goccetto di Via dei Banchi Vecchi.

Chiudiamo con i dolci, e anche qui Francesca non perde un colpo: la creme brulée dalla crosticina croccante e con lo spessore perfetto chiude la morbida crema punteggiata di semini di vaniglia profumata. Il tortino di cioccolato accompagnato da una pallina di gelato per coccolarsi ancora un po’, e solo qui, unico ristorante a Roma ad averli, i gelati artigianali di Frigo, il noto furgoncino itinerante della Bowerman e Fabio Spada.

La chiave di lettura è semplicità, professionalità e tanta dedizione che insieme rendono questo uno di quei locali dove ti senti subito a casa e dove il tempo vola. Da tornarci e ritornarci.

 

BUONA LETTURA DA GASLINI ALBERTI: BADIA DI MORRONA E PODERI DEI BRICCHI ASTIGIANI 


 

 

  





Editoriale della Settimana

  • GDO e pregiudizi

    di Daniele Cernilli 30/11/20

    Complice la pandemia, le vendite di vino in GDO sono aumentate e probabilmente non si...

Eventi

Novembre 2020
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
24
25
26
27
28
29
30
·
·
·
·
·
https://www.kloster-neustift.it/it/cantina-dellabbazia/
http://www.consorziovinotoscana.it/

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL