Hartwell House

di Lilyane Weston 27/01/16
574 |
|

Hartwell House è una casa di campagna nel paese di Hartwell a soli 60 chilometri a nord ovest di Londra. Dal 2008 la casa è stata data in affitto al The National Trust. È un edificio elencato in classe I ed è ad oggi utilizzato come albergo con un eccellente ristorante.  

Sorge su 90 acri di parco progettato nello stile di Capability Brown nel 1975. La proprietà è stata nominata per la prima volta nel Doomsday book ed era di proprietà in un figlio illegittimo di Guglielmo il Conquistatore. La Casa conserva ancora diverse caratteristiche giacobine con l’aggiunta in un momento successivo di una facciata giorgiana. Dipinti eleganti e mobili antichi adornano le sue stanze eleganti e spaziose. L’impressionante entrata gotica e la scalinata con figure intagliate di stile giacobino porta a 30 camere da letto, molte delle quali sono dotate di letto a baldacchino.

Hartwell House ha una storia notevole: il suo inquilino più famoso è Luigi XVIII, il re esiliato di Francia, che ha vissuto qui dal 1809 al 1814, e questo spiega il motivo per il quale la maggior parte delle suite e delle stanze prendono il nome dai membri della corte di Luigi XVIII.

A seguito della sconfitta di Napoleone nel 1814, il Re firmò il documento di conferma dell’ascesa al trono proprio nella biblioteca della casa, dove ho avuto il piacere di conoscere ed intervistare l’Head Chef Daniel Richardson.

Altra cosa interessante la British Meteorological Society, ora Royal Meteorological Society è stata fondata nella biblioteca della tenuta nel 1850.

La casa è stata una residenza privata fino al 1938. Nel 1960 divenne un collegio femminile e nel 1989 è divenuto parte del gruppo Historic House Hotels. La sua vicinanza a Chequers, la residenza di campagna del Primo Ministro, ha fatto sic he qui si svolgessero spesso dei summit e meeting di governo e internazionali.   Nel maggio del 2013, la Hartwell House è stata scelta dal Cancelliere George Osborne e dal governatore della Bank of England, Sir Mervyn King come location per l’incontro del G7 con i ministri dell’economia e la banca centrale.

La sala da pranzo principale è elegante ed è lo sfondo perfetto per la cucina creative di Daniel Richardson, l’Head Chef. Nel 2007, Hartwell House è stata insignita delle tre rosette dall’Automobile Association. A giudicare dall’eccellente livello dei piatti preparati da Daniel, non sarebbe una sorpresa se prima o poi, il ristorante ottenesse la stella Michelin.  

Nato nel Northamptonshire nel 1971, Daniel ha vissuto a Aylesbury e si è unito al team di Hartwell House nel 1994. E’ divenuto Head Chef a gennaio del 2000. Daniel garantisce il perfetto funzionamento delle quattro cucine della residenza e allo stesso tempo ha costantemente alzato il livello della qualità del cibo servito nel ristorante ai livelli di eccellenza. La sua ambizione è quella di continuare ad accrescere la già alta reputazione della Hartwell House.

Daniel da grande importanza alle materie prime coltivate in loco o reperite in zona. Lavora a stretto contatto con una rete di coltivatori locali e seleziona i migliori e più freschi ingredienti da utilizzare nei suoi menù. L’orchidario è utilizzato come frutteto ed ha le stesse varietà di alberi di pesche, pere, prugne e albicocche di quelli piantati nel 1856. Anche le erbe sono coltivate nei giardini Hartwell.

Prima di far parte della Hartwell House, Daniel ha lavorato a Le Meridien Hotel, di Piccadilly a Londra, e anche nel ristorante tre stelle Michelin ‘Le Gavroche’ .

La sua passione ed esperienza hanno contribuito ad ispirare molti giovani chef della The Academy of Culinary Arts.  L’Academy of Culinary Arts è conosciuta per essere una delle scuole più prestigiose della nazione.

La personalità cordiale e disinvolta di Daniel mostra come riesca a gestire la pressione di una vita così impegnativa con la sua vita privata.

Oltre al lungo menù alla carta, il menù a prezzo fisso per il pranzo è di due portate a £25.00 e di tre portate a £32, ottimo rapporto qualità/prezzo. E’ previsto anche un menu stagionale di tre portate a £26.00 a persona.

Nessun pasto è completo senza un calice di vino. La carta dei vini è completa di 370 vini, molti dei quali disponibili al calice. Sorprendentemente, il  Tokaji Aszu Oremus 5 puttonyos (£13.75 per un calice da 125ml) dell’Ungheria ha accompagnato perfettamente il petto d’anatra e la sua coscia confit con il pure di patate, broccoletti, arancia e salsa al Grand Marnier.  La crostata di limone caramellato con gelato di yogurt ai lamponi, violetta e mirtilli si è mostrato perfetto con i l T Velich See Winkle Beerenauslese 2007 (£15.25 per il calice da 125ml)

Il cibo, l’ambiente e il servizio sono stati impeccabili. Raccomando caldamente questo ristorante per un’occasione speciale. Lusso ad un prezzo ragionevole e la sensazione di essere un ospite privato in una residenza di campagna.


 





Editoriale della Settimana

  • Il tempo sospeso

    di Daniele Cernilli 30/03/20

    Ci sono stati personaggi determinanti per la mia conoscenza del mondo del vino, mi piace ricordarli...

Eventi

Aprile 2020
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
20
21
22
23
24
28
29
30
·
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL