Fuorinorma di nome e di fatto

di Iolanda Maggio 17/11/21
124 |
|
Fuorinorma Federico Iavicoli

Il nuovo ristorante di Federico Iavicoli in zona Piramide a Roma offre un menù ricco e sfizioso e una carta dei vini super interessante.

Federico Iavicoli, compassato e vulcanico al tempo stesso, è istrionico e geniale in tutto ciò in cui si cimenta. Quando si dice una mente che viaggia ad una velocità superiore, sopra le righe: “fuorinorma” appunto. Dagli scacchi al poker, dalle lezioni ai master (dove l’ho conosciuto ormai tanti anni fa) al bridge fino ad approdare alla sua passione per la cucina e i fornelli, passando per solide esperienze e avventure all’estero. Eccolo mettere l’ancora nella sua città, Roma, capitale in fermento per nuove aperture e di sicuro panorama sempre più esigente di clienti. 

È proprio qui a Roma, in zona Piramide, che Federico ha coronato il suo sogno nel cassetto di avere un ristorante capitolino. Federico e il suo socio Valerio hanno quindi aperto la scorsa estate e hanno subito centrato nel segno.

Incuriosita dal menù e desiderosa di riabbracciarlo sono andata a trovarlo per vederlo nella sua veste di cuoco. Tavoli di legno e tovagliato semplice per un ambiente caldo ma essenziale che tanto rispecchia il carattere di Federico. Sguardo sornione e aria quasi flemmatica per un animo in tumulto e sempre alla ricerca di novità. Il menù è ricco e sfizioso e la carta dei vini super interessante e soprattutto con etichette mirate (e a prezzi convenienti, cosa che non guasta mai). 

Come sempre mi piace lasciar fare a chi sta in cucina e ne sa’ di più, quindi mi fido e affido in toto e assaggio come entrata un poker di “cicchetti”: Hummus di cicerchie, crema di ceci, negativo di fave e cicoria e pomodorini confit per stuzzicare l’appetito. A seguire le croquetas di galletto al rosmarino, un fritto asciutto, un sapore meraviglioso, una crocchetta perfetta che ti vien voglia di ordinarne un secchio.

Passando ai primi scopro con immenso piacere che il cuoco ha davvero una mano speciale, sinceramente devo dire che non me l’aspettavo, probabilmente perché non ero abituata a immaginare Federico tra i fornelli. Gli ingredienti sono tutti di altissima qualità e sono utilizzati con grande tecnica. Assaggio un’amatriciana ottima, degli scenografici e altrettanto buoni rigatoni di farro con salsa al basilico, dripping di peperoni arrosto, pomodori secchi e ricotta salata e - forse il piatto più buono anche se un pizzico di sapidità in meno l'avrebbe reso perfetto - delle linguine con cozze, polpo e santoreggia.

Anche i due secondi sono da grande slam: lo spiedino di pollo Occhiodoro, inconfondibile e succulento, e l’hamburger accompagnato da un ketchup fatto in casa che ho spazzolato intingendo voluttuosamente le squisite patate di accompagno.

Per finire, so che anche i dolci sono fatti in casa e i colleghi che li hanno assaggiati (affidabili: Stefania VInciguerra e Riccardo Viscardi) mi hanno confermato che sono all’altezza del resto.

Mi è piaciuta tantissimo anche la musica di sottofondo, una playlist indovinata e rilassante che metteva di buonumore, cosa non così scontata ma molto importante a mio avviso per rendere l’atmosfera da “immagine coordinata”: buono tutto quindi, dal cibo, al vino, agli arredi, per un locale informale ma di sostanza, dall’ottimo rapporto qualità/prezzo. 

Fuorinorma
Via Giuseppe Giulietti, 5
00154 Roma
Tel. +39 06 9436 6835
info@ristorantefuorinorma.it
https://ristorantefuorinorma.it
Facebook: https://www.facebook.com/Fuorinorma2021 
Instagram: https://www.instagram.com/ristofuorinorma
Sempre aperto pranzo e cena tranne il lunedì solo a cena e la domenica solo a pranzo.

Prodotti Correlati





Editoriale della Settimana

Eventi

https://www.kellereimeran.it/it/
https://www.kellereimeran.it/it/

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL