Siamo ancora qua. Eh già.

di Daniele Cernilli 13/05/19
1553 |
|
Daniele e la guida 2020

La nostra forza risiede nel rapporto fra competenza e servizio, fra esperienza e divulgazione e in una buona dose di trasparenza. Noi siamo questo.

In un mondo dove qualcuno considera presunzione la competenza, dove la comunicazione è orizzontale e una fake news ha spesso il valore di una notizia vera, dove gli influencer fanno talvolta pubblicità occulta e scivolosa nell’indifferenza dei più, noi siamo ancora qua, eh già. E visto che ho quasi la stessa età di Vasco Rossi quella frase me la sento proprio addosso, e ne sono persino sorpreso.

Anni fa mi capitò di conoscere Francesco Totti. Da vecchio tifoso giallorosso gli strinsi la mano e gli dissi “Capitano, sei sempre il più forte”. Lui sorrise e mi rispose, in romanesco, “Nun so’ io che so’ forte, so’ l’artri che so’ scarsi”. Non voglio dire che noi di DoctorWine siamo ancora qua perché gli altri non sono all’altezza, non sarebbe vero e non sarebbe giusto. Però di certo cerchiamo di percorrere un tragitto un po’ diverso da ciò che va per la maggiore, esercitando un pensiero indipendente e in gran parte condiviso da un gruppo di lavoro, e non solo frutto delle mie personali convinzioni.

Tutto questo per dire che stiamo iniziando a lavorare per la nuova Guida Essenziale, quella del 2020, che sarà ancora in tre edizioni, italiano, inglese e tedesco. Che continueremo a fare i nostri assaggi in giro, cercando di non richiedere campioni ai produttori e andando alla anteprime, nei consorzi, facendo parte di commissioni d’assaggio internazionali nei vari concorsi, visitando cantine, parlando con più persone possibile, confrontandoci e valutando con la nostra testa e il nostro palato. Sulla base di una buona competenza e di una lunga esperienza. E mettendo a disposizione dei lettori tutto questo, senza avere la pretesa di scrivere un testo sacro e senza la minima volontà di apparire come dei “guru”, un ruolo che francamente detesto.

Ecco, il discrimine sta proprio lì. Nel rapporto fra competenza e servizio, fra esperienza e divulgazione e in una buona dose di trasparenza. Noi siamo questo. Non apparteniamo a parrocchie enologiche, rispettiamo tutti, non facciamo questue e non operiamo pressioni nei confronti dei produttori che riteniamo liberi di esprimersi attraverso i loro vini con le filosofie vitivinicole che più preferiscono per interpretare i loro territori. Sempre a patto che questo avvenga. Che non si confondano ingenuità tecniche con tipicità, ad esempio. E in questo c’è il senso del nostro ruolo.

Il resto fa parte del racconto del vino, perché poi è quello che a tutti noi importa di più. Sono le storie, i retroscena, i personaggi, i luoghi, molto più che i punteggi assegnati, e non certo le descrizioni di strani profumi o i deliri organolettici che qualche volta si leggono in giro. Tutto qui. E forse è proprio per tutto questo che siamo ancora qua. Eh già.





Editoriale della Settimana

Eventi

Luglio 2019
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
1
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
·
·
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL