Terenzuola, né Liguria né Toscana: Merla della Miniera

di Stefania Vinciguerra 19/03/18
1281 |
|
terenzuola muri a secco vigne cantina vini toscana merla della miniera canaiolo

Il sogno, riuscito, di Ivan Giuliani è di unire nei vini di Terenzuola i territori storici dell'antica Lunigiana: Luni, Candia, Lunigiana e Cinque Terre.

Ricostruire almeno enologicamente l’antica Lunigiana, comprendendo anche le Cinque Terre, è stato da sempre il sogno di Ivan Giuliani, che da oltre vent’anni produce vini a cavallo fra Liguria e Toscana. "Nel 2006 inizio a guardare avanti e, in un territorio di confine, inizio a pensare a un progetto senza confini. Né solo ligure, né solo toscano ma produttore in Luni, Candia, Lunigiana e Cinque Terre: cercando di unire così tutti i territori della Lunigiana storica così come era unita un secolo e mezzo fa", parole che costituiscono un vero progetto di lavoro.

L’azienda è più antica, risale al 1930, ma il “nuovo corso” l’ha iniziato Ivan: nel ’93 la prima vendemmia, l'impegno a tempo pieno dopo il servizio militare in Friuli, assolto nel '95, per arrivare pian piano ai risultati odienri, davvero eccellenti.

Prodotti Correlati





Editoriale della Settimana

Eventi

Luglio 2019
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
1
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
·
·
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL