Ritorno al futuro…1991

di Dario Cappelloni 13/02/17
362 |
|
Ritorno al futuro…1991

La Cantina di Terlano ci ha ormai abituato al suo sfornare a getto continuo perle ogni volta sorprendenti e convincenti e anche questo vino non fa eccezione, anzi forse la fa toccando vertici di qualità e complessità raramente raggiunti.

Si parla di un Terlaner, cuvée di pinot bianco, chardonnay e sauvignon che nella zona viene adottata da oltre un secolo. L’annata è il 1991 che secondo gli annali non è certo straordinaria ma che qui a Terlano, grazie al mitico Kellermeister Sebastian Stoker, raggiunge una stratificazione e una tensione semplicemente assolute. Abbiamo dovuto aspettare un quarto di secolo che Rudi Kofler, attuale Kellermeister, si decidesse a imbottigliarlo. È valsa la pena di aspettare.

Prodotti Correlati





Editoriale della Settimana

  • Origine o processo?

    di Daniele Cernilli 22/07/19

    Cosa conta di più, la zona di origine o il processo produttivo? Non in tutto il mondo...

Eventi

Luglio 2019
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
1
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
·
·
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL