Mamarì Fina: varietale e siciliano

di Stefania Vinciguerra 06/04/17
79 |
|
Mamarì Fina: varietale e siciliano

Le Cantine Fina di Marsala propongono un Sauvignon Blanc, il Mamarì, che pur nella sua assoluta rispondenza al vitigno mostra un carattere siciliano

Bruno Fina è un enologo siciliano che una ventina di anni fa ha avuto la fortuna (e la capacità) di gestire i vigneti sperimentali che l'Istituto Regionale della Vite e del Vino aveva creato per il recupero dei vitigni autoctoni e lo studio di varietà alloctone, sotto la sapente guida del grande Giacomo Tachis.

Da lì a decidere di mettersi in proprio e creare una sua azienda a Marsala il passo è stato breve, sebbene non facile. Inizialmente con l'aiuto della moglie Mariella, produceva vini che vendeva sfusi. Con l'ingresso in azienda dei figli - Marco al commerciale, Sergio in cantina e Federica al marketing - è partito l'imbottigliamento con il proprio marchio e il successo è arrivato rapidamente, soprattutto sui mercati internazionali.

 

L'occasione di assaggiare i vini dell'azienda mi è stato offerto da una serata organizzata nel ristorante Sicilia in Bocca di Roma, dove le diverse etichette sono state presentate da Marco Fina ed esaltate da un menù preparato ad arte dallo chef Vito Marino.

Piatto proposto in abbinamento come antipasto: 
- Polpo alla Catalana
- Arancinetto al nero di seppia
- Pane cunzato all'Alfredo di Salina

Prodotti Correlati





Editoriale della Settimana

  • I vini ossidativi

    di Daniele Cernilli 04/07/22

    I grandi vini ossidativi, come i Marsala, le Vernaccia di Oristano, le Malvasia di Bosa, i Vin...

Eventi

Luglio 2022
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
·
·
4
5
6
7
12
13
14
15
16
17
18
25
26
27
28
29
30
31
·
·
·
·
·
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL