Il gatto cenosillicafobico

di Luigi Buonanno 02/05/16
278 |
|
Il gatto cenosillicafobico

Questa è forse una delle storie più bizzarre del mondo del vino.  Chester Osborn, enologo di McLaren Vale in Australia, da piccolo aveva un gatto rosso che aveva chiamato “Bevanda non alcolica”. Secondo la più classica delle tradizioni australiane il nome gli venne cambiato in “bevanda alcolica” quando fu sorpreso a leccare del vino rosso che era caduto sul pavimento.
I genitori di Osborn, preoccupati per quella che di lì a poco sarebbe diventata un’abitudine per il gatto, chiesero a Chester di non farlo più avvicinare al vino.
Però il gatto improvvisamente avvertì la mancanza di qualcosa e cominciò a comportarsi in modo molto strano e nonostante il suo nuovo soprannome cominciò a soffrire di un monumentale caso di Cenosillicafobia (la paura di avere un bicchiere vuoto).

Prodotti Correlati





Eventi

Ottobre 2018
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
1
2
3
4
5
9
10
11
12
13
17
18
19
20
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
·
·
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL