Debutto in società per l’Amarone De Buris di Tommasi

di Riccardo Viscardi 28/11/18
979 |
|
Debutto Amarone della Valpolicella Classico De Buris 2008 Tommasi Viticoltori

Splendida presentazione ufficiale per l’Amarone della Valpolicella Classico De Buris 2008 di Tommasi Viticoltori, pur lasciando qualche perplessità negli abbinamenti della cena “stellata”.

L’azienda Tommasi da anni ha avviato una vera rivoluzione al suo interno. Il piano di investimento ha visto sia un ampliamento della cantina storica a S. Pietro in Cariano, che l’acquisizione di marchi prestigiosi nelle zone ad alta vocazione italiane.

Ora fanno parte del gruppo la storica azienda Paternoster nel Vulture, Casisano Colombaio a Montalcino, Tenuta Caseo in Oltrepò, Poggio al Tufo a Pitigliano e Masseria Surani a Manduria. Inoltre è di questi giorni l’annuncio della partnership con Fattoria La Massa in Chianti Classico. Contemporaneamente è stato potenziato anche lo staff aziendale che ora copre ogni settore di sviluppo con un membro interno coadiuvato nei settori strategici da importanti consulenti esterni come Emiliano Falsini alla produzione e Riccardo Gabriele alle PR. Mentre la Paternoster rimane affidata alle capacità di Vito Paternoster.

Anche i vini della Tommasi stanno vivendo un periodo di grande evoluzione tecnica, sempre sul registro dell’eleganza, ma molto più complessi che nel recente passato, così l’Amarone della Valpolicella Classico Riserva Ca’ Florian nelle ultime annate si è mostrato affidabile ed in crescita. Non contenti di questo, alla Tommasi hanno creato un brand interno che mira ad una qualità assoluta; nasce così l’Amarone della valpolicella Classico De Buris,  prima annata ora in commercio la 2008, dai vigneti alla Groletta a S. Ambrogio, con un posizionamento molto alto anche per la zona.

Il progetto prevede con lo stesso nome la realizzazione di un relais a 5 stelle e un set di prodotti di alta qualità. Per l’Amarone ci siamo; un prodotto classico con una bevibilità spettacolare, quasi incredibile che ha dato il massimo nel suo debutto in società. La cena splendidamente articolata dalle sapienti mani di tre chef eccellenti lo ha messo a dura prova con degli abbinamenti che definire bizzarri è un eufemismo. Avevamo quindi dei piatti ottimi come quello di Pino Cuttaia, che è emblematico della situazione creatasi. Mettere della verdura cotta saporita, con aglio e tartufo, con un vino come l’Amarone fa a cazzotti. Buono l’abbinamento di Moreno Cedroni con l’antipasto di pesce (Guazzetto di pesci, crostacei e molluschi), risultato l’abbinamento sempre provocatorio ma più azzeccato. Tralascio il piatto di Giancarlo Perbellini che, giocando in casa, poteva stupire di più, ma nel “Guanciale di maialino iberico glassato alla birra, purè al lievito madre, insalata cappuccio e rafano fresco” l’inserimento della terribile combinazione, per il vino, di rafano e lievito madre nel purè ci lascia perplessi. Anche il dessert di Davide Comaschi, giustamente a base cioccolato, aveva una pralina perfetta ma il resto era più dolce della barretta Kinder con un effetto di stucchevolezza gustativa tanto che il vino sembrava amaro non essendolo. Forse un po’ più di spirito di servizio a chi commissiona la serata sarebbe stato auspicabile.

Amarone della Valpolicella Classico De Buris 2008

Da uve corvina, corvinone e rondinella, matura in legni vari per circa 60 mesi. Rubino intenso con riflessi granata. Olfatto di grande complessità, tra note leggermente balsamiche e fruttate di marasca e more. Piccole concessioni al sottobosco autunnale, leggera vena di surmaturazione che sconfina nella confettura scura e di rose, decisamente accattivante. Palato di potenza e finezza come caratteristica della casa, tannino elegante ed equilibrato. Mantiene una muscolare eleganza anche nel finale.

95/100

270 Euro

Prodotti Correlati





Editoriale della Settimana

Eventi

Luglio 2019
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
1
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
·
·
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL