Beva e fragranza

di Francesco Annibali 18/01/16
683 |
|
Beva e fragranza

Aleatico o grenache? Il dubbio viene rafforzato dalla storia, che dice che l’uva alla base del Pergola doc arrivò qui, nella alta valle del Cesano, dall’Umbria. Furono infatti gli eugubini a far scavalcare l’Appennino in direzione est a un vitigno che dà vini organoletticamente simili ai Gamay del Trasimeno (che sono fatti, appunto, con grenache, del quale il gamay è sinonimo). Altro indizio: la Vernaccia di Serrapetrona, un’altra grenache marchigiana.
Nessun dubbio, a ogni modo, sul potenziale del vino, incomprensibilmente sconosciuto anche alla maggioranza degli appassionati nostrani, e che qui restituisce rossi di particolare trasparenza aromatica. Villa Ligi funge da custode e promotore della denominazione, quasi a ricalcare il lavoro svolto – e restiamo in terra di Marca – da Mancinelli con la Lacrima di Morro d’Alba. Con una felice analogia: la Lacrima incontrò un mercato che allora era alla ricerca di colori scuri e profumi intensi; il Pergola sta emergendo in un periodo storico nel quale gli appassionati cercano beva e fragranze. Proprio la specialità della casa.

Prodotti Correlati





Editoriale della Settimana

Eventi

Agosto 2019
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
·
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL