Dal marzemino al pelaverga

di Redazione 23/11/21
87 |
|
Bossi Fedrigotti Tenuta

Da questi due vitigni proponiamo due vini dal favorevole rapporto qualità prezzo di due aziende estremamente affidabili: Bossi Fedrigotti e Comm. G.B. Burlotto.

Si parla tanto di vitigni autoctoni e a ragione, quanto meno perché definiscono un panorama viticolo unico. Per questo oggi vogliamo presentare due rossi da uve poco considerate, ma caratteristiche di due piccole aree a denominazione. 

Il marzemino è coltivato quasi esclusivamente in Trentino, soprattutto nella Val d’Isera, vicino Rovereto e in alcune aree della Lombardia orientale, nelle province di Bergamo e di Brescia. Vi presentiamo quello dei Conti Bossi Fedrigotti di Rovereto. 

I documenti di famiglia certificano la prima vendemmia dai vigneti di proprietà nel 1697. Da allora i Conti Bossi Fedrigotti hanno continuato a produrre vino, portando anche significative innovazioni, come nel 1961 con il Fojaneghe, il primo uvaggio bordolese italiano (che ha appena festeggiato il sessantesimo anniversario). Dal 2007 questa storica cantina è passata sotto il controllo della Masi Agricola che sta dando una nuova impostazione tecnica e viticola. La produzione si basa sulle uve tipiche della regione, marzemino, teroldego, traminer, ruländer (che sarebbe il pinot grigio) insieme agli internazionali merlot, cabernet, chardonnay e pinot nero. 

Il secondo vitigno che vi vogliamo presentare, invece, è il pelaverga. Riscoperto negli anni Settanta, è diffuso soprattutto nel saluzzese dove esiste la Doc Colli Saluzzesi, e a Verduno in provincia di Cuneo. 

Nella cantina storica Comm. G.B. Burlotto, diretta oggi da Fabio Alessandria, si respira aria di tradizione antica, il tempo sembra essersi fermato. Non per incapacità tecnica di evolversi, quanto per quel rispetto di riti e consuetudini che hanno portato quest'azienda ai vertici qualitativi. Ogni vino è espressione splendida della sua terra. Le grandi escursioni termiche permettono di godere di privilegi microclimatici unici. La costanza qualitativa, nel rispetto delle caratteristiche delle annate, è sorprendente.  Accanto ai grandi Baroli, questa azienda ci riserva questo piccolo gioiellino.

Trentino Marzemino Mas’Est 2019 Conti Bossi Fedrigotti

88/100 - € 10,00

Da uve marzemino gentile, il 30% appassisce per 40 giorni. Acciaio e, solo per il vino da uve appassite, maturazione in legno. Porpora intenso, riflessi violacei. Naso di fiori secchi, susina, mora, ciliegia e prugna. Al palato domina una verticalità salata e acida, con un finale teso di liquirizia. Corpo presente, dalla persistenza lunga ma non invadente e ben equilibrata al resto. 

Verduno Pelaverga 2018 Comm. G.B.Burlotto

92/100 - € 12,00 

Da uve pelaverga piccolo. Matura 3 mesi in botti di rovere di Slavonia. Rosso chiarissimo. Un’esplosione di frutta e fiori come pochi: amarena, lamponi, fiori di campo. La bocca è leggiadra, di acidità vivissima, di tessitura setosa. 

 

Prodotti Correlati





Editoriale della Settimana

Eventi

https://www.kellereimeran.it/it/
https://www.kellereimeran.it/it/

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL