La grandezza del Rosso di Montalcino

di Riccardo Viscardi 26/03/21
1021 |
|
Degustazione benvenuto brunello off 2021

Spesso sottovalutato, il Rosso di Montalcino nelle sue espressioni migliori sa offrire classe, longevità e grande armonia.

Si parla poco di Rosso di Montalcino. Male, molto male. È sempre stato così, tutti abbagliati dal Brunello e dalla sua sfolgorante crescita qualitativa e mediatica e così il Rosso è passato in secondo piano. Le colpe sono tante, soprattutto delle stesse aziende o della maggior parte di esse che lo hanno sempre relegato non a secondo vino alla francese (i cuginetti sono bravi in questo), ma come un prodotto di risulta, quasi un ripiego, quello che veniva dopo il Brunello.  

Questo atteggiamento ha fatto danni, ma citando Churchill “mai così tanti hanno dovuto così tanto a tanto pochi”. I pochi nel nostro caso sono coloro che hanno sempre fatto un grande Rosso di Montalcino, riuscendo anche a spuntare prezzi importanti, segno che lavorare bene, con obbiettivi importanti, paga sempre su una zona ad alta vocazione. I grandi Rossi di Montalcino, assaggiando annate vecchie, mostrano la loro classe, la loro longevità e talvolta una supremazia anche su taluni Brunelli come armonia a parità di annata. 

Bisogna ammettere che i grandi maestri del Rosso di Montalcino sono anche autori di magnifici Brunelli.  Quali sono i grandi Rossi di Montalcino?  Dopo tanti anni di assaggi reputo che, ognuno con un proprio stile ma tutti con una grande territorialità, che significa attinenza al versante ilcinese di provenienza, i seguenti produttori siano assolutamente imprescindibili di questa grande tipologia. Seguite il consiglio e resterete stupefatti. Baricci, Siro Pacenti, Salvioni, Cerbaiona (vecchia proprietà, fino al Rosso 2012), Ciacci Piccolomini d’Aragona con il Rossofonte, Costanti, Cupano, Pietroso dopo il 2010, Podere Le Ripi, Poggio di Sotto, Biondi Santi (fascetta rossa), Agostina Pieri.  Questi sono i classici, poi negli ultimi anni sono nati delle selezioni di rosso molto interessanti come: Castiglion del Bosco (Gauggiole), Casanova di Neri (Giovanni Neri), Col d’Orcia Banditella, più anziano dei precedenti.

Di seguito alcuni Rossi di Montalcino delle annate in uscita, 2019 e 2018, che ci sono piaciuti nei recenti assaggi.

Rosso di Montalcino 2018 Siro Pacenti 

95/100 - € 27

Da uve sangiovese, matura 12 mesi in barrique. Rubino intenso e brillante. Olfatto integro e intenso, su note fruttate decise di mora e marasca, una leggerissima speziatura boschiva nobilita. Trama gustativa da fuoriclasse per eleganza e compattezza. Facilità di beva incredibile e finale molto persistente.

 


Rosso di Montalcino Banditella 2018 Col d’Orcia 

95/100 - € 19

Da uve sangiovese, matura almeno 12 mesi in tonneau e botti. Rubino cupo. Olfatto su note di marasca, ciliegia e rovo di more, accenni di pesca, molto pulito. Trama gustativa serrata con tannino equilibrato e una freschezza accattivante. Ottimo il finale su note mediterranee.

 


Rosso di Montalcino 2019 Canalicchio di Sopra 

94/100 - € 19

Da uve sangiovese, matura 12 mesi in botte. Rubino brillante, olfatto complesso su frutti rossi giovanili e freschi e un leggero speziato. Trama elegante dalla progressione agile e giovanile, mai scomposta grazie al tannino di classe già equilibrato. Ottimo il finale di elegante persistenza.

 


Rosso di Montalcino 2019 Collosorbo  

92/100 - € 18

Da uve sangiovese, matura almeno 6 mesi in botte. Rubino cupo. Al naso marasca e frutti scuri di bella intensità. Tannino fine, succoso e con una progressione avvincente ed equilibrata e un finale in buona corrispondenza olfattiva.

 

Rosso di Montalcino 2018 Col di Lamo

90/100 -  € 16

Da uve sangiovese, matura in botte da 40hl almeno 12 mesi. Rosso rubino leggermente granata. Profumi puliti e intensi con note di pesca, frutta rossa e leggera speziatura. In bocca è di trama media con buon spinta acida e tannini croccanti e giovanili. Finale saporito, nervoso e agile.

 


Rosso di Montalcino Tirso 2018 Villa Le Prata 

90/100 - € 18

Da uve sangiovese, matura in botte per 12 mesi. Rubino tenuto, olfatto su note floreali scure e un tocco di pesca. Fase gustativa saporita, intensa, di bella progressione con un finale molto piacevole.

Prodotti Correlati





Editoriale della Settimana

Eventi

Maggio 2021
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
·
·
·
1
2
3
4
5
7
8
9
10
11
25
26
27
31
·
·
·
·
·
https://www.consorziovinonobile.it/index.php?lang=ITA
http://www.cantinamerano.it/

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL