Continuavano a chiamarlo Tocai

di Daniele Cernilli 07/09/16
636 |
|
Continuavano a chiamarlo Tocai

È dalla fine del 2007 che il Tocai Friulano non si può più chiamare così. L’uva sì, almeno quella, ma il vino non più, perché i produttori di Tokaji ungherese, vino diverso e del tutto distinguibile, hanno però vinto la loro causa contro di noi. Nelle denominazioni europee viene difesa l’origine, non l’uva, e mentre Tokaj è un luogo, il tocai friulano è solo una tipologia di uva. Perciò hanno vinto loro. Nessuno però potrà impedirmi di continuare a chiamarlo così e credo che la stessa cosa accada a molti produttori e a molti appassionati. Non ce la facciamo proprio a chiamarlo solo Friulano. Certo, in etichetta, persino negli articoli che si scrivono è necessario denominarlo come Friulano, ma in cuor nostro le cose stanno in modo diverso, il Tocai resta Tocai.

Era molto evidente l’altro giorno all’enoteca Il Goccetto di Roma. “È arrivato il Tocai di Schiopetto del 2015” ha detto a me e ad altri clienti Sergio Ceccarelli, proprietario del locale. Tocai, non Friulano. Così come Tocai rimane quello di Edi Keber, che è vero, lo chiama Collio Bianco perché ci mette il 5 o il 10% di qualcosa di altro. Ma il colore, il profumo e il sapore restano quelli di un grande Tocai, non scherziamo. E Tocai restano quelli di Toròs, di Raccaro, di Colle Duga e di Sandro Princic, ottenuti da vigneti che vanno da Brazzano a Pradis, e che hanno caratteristiche, declinazioni differenti, come un Barolo della Bussia e uno della Vigna Rionda, o come uno Chambertin e un Richebourg. Perché i grandi vini, e solo loro, sono capaci di sfaccettature, di differenze, magari minuscole, ma che li rendono riconoscibili e inconfondibili.


Come loro il Tocai “sente” il territorio. Può essere diverso. Possente, quasi amarognolo tra Zegla e Plessiva, più dolce a Brazzano, più elegante a Pradis e soprattutto a Capriva, quasi sottile a Dolegna, per restare nel Collio. E nei Colli Orientali è quasi la stessa cosa, corposo a Manzano e a Buttrio, quasi “sauvignoneggiante” a Cividale. In un caleidoscopio di sensazioni, di profumi, che vanno dalla pesca alla mandorla, fino a note quasi agrumate, di cedro, nelle zone più fresche. E tutto in una ventina di chilometri, tra le aree quasi pedemontane e quelle che vanno a sfiorare il mare Adriatico.

Nulla a che vedere con le vigne di Furmint (un nome che somiglia a Formentini, non trovate?) che si trovano nel nord est della vasta pianura appena ondulata dell’Ungheria nord-orientale. Ma non è bastato per difenderne il nome. Non è bastato che fosse prodotto da un secolo almeno, che fosse diverso, che fosse assolutamente friulano. Un’assonanza, una remota possibilità di confusione, forse una difesa un po’ blanda, hanno contribuito a fargli perdere il nome. Oggi, e da ormai otto anni, è Friulano, non più Tocai Friulano. Evoca lo stesso territori e tradizioni. Ma per me e per chi lo ama veramente la tentazione di chiamarlo ancora Tocai c’è tutta, e non sarà facile rinunciarvi. Poi lo diremo solo tra di noi, quasi a mantenere un segreto di tradizione orale, non scritta, non legale, non approvata da questo o da quell’organismo di controllo dell’Unione Europea. Ma con l’orgoglio di ricordare e rivendicare, magari solo in cuor nostro.

E questo, per me, è assolutamente irrinunciabile.

Prodotti Correlati

  Prodotto Produttore Pubblicato il Autore Leggi
M 2015
Collio Friulano
Schiopetto 07/09/16 Daniele Cernilli Da uve tocai friulano del più vecchio vigneto aziendale con un minimo saldo del 5% di riesling renano. Solo acciaio. Giallo paglia verdolino brillante. Di eccezionale integrità, con note di pesca...
Leggi tutto
Collio Friulano 2015
Collio Friulano
Azienda Agricola Toros Franco 07/09/16 Daniele Cernilli Da uve tocai friulano. Affina in acciaio sui lieviti. Giallo paglia intenso. Integri e nitidi sentori di pesca bianca e lievi di rosa, con ricordi di mandorla fresca. Deciso e salino al palato,...
Leggi tutto
Vigne Cinquant’Anni 2015
FCO Friulano
Le Vigne di Zamò 07/09/16 Daniele Cernilli Da uve tocai friulano. Circa un anno in acciaio sui lieviti. Giallo paglia intenso. Mandorla e pesca bianca, ma anche note di miele e accenni affumicati e di pietra focaia, a completare una fase...
Leggi tutto
Vigneto Storico 2015
FCO Friulano
Adriano Gigante 07/09/16 Daniele Cernilli Da uve tocai friulano. Affinato in acciaio sui lieviti per alcuni mesi. Giallo paglia brillante. Grande versione. Profumi di estrema tipicità, con classici profumi di pesca bianca, poi nespola e...
Leggi tutto
Buri 2013
FCO Friulano
Miani 07/09/16 Daniele Cernilli Da uve tocai friulano. Matura per un anno in piccoli fusti di rovere. Giallo paglia intenso. Naso complesso, quasi lattico, con note floreali, di frutta esotica e di mandorla fresca. Sapore salino,...
Leggi tutto
Friulano 2015
Collio Friulano
Doro Princic 07/09/16 Daniele Cernilli Da uve tocai friulano. Solo acciaio. Giallo dorato chiaro. Erba medica, fiori di campo, mandorla fresca, lievi note fumé da lisi dei lieviti dominano il profilo olfattivo. Sapore salino, più agile...
Leggi tutto
Rive Alte Toc Bas 2015
Friuli Isonzo
Ronco del Gelso 07/09/16 Daniele Cernilli Da uve tocai friulano. Solo acciaio. Giallo dorato chiaro. Varietale e molto caratteristico al naso, classici sentori di pesca bianca, poi note affumicate e di mandorla. Sapore salino, caldo,...
Leggi tutto
Vigna del Rolat 2015
Collio Friulano
Dario Raccaro 07/09/16 Daniele Cernilli Da uve tocai friulano. Affina in acciaio sui lieviti per alcuni mesi. Giallo dorato chiaro. Naso “importante”, complesso, lievemente rustico, con note di lieviti, poi pesca bianca, nespola,...
Leggi tutto
Colle Duga 2015
Collio Friulano
Colle Duga 07/09/16 Daniele Cernilli Da uve tocai friulano. Affinato in acciaio. Giallo paglia. Accenni di pesca bianca, e lievi di mandorla, molto varietali e integri. Sapore salino, teso, di buon corpo, con un finale appena amarognolo...
Leggi tutto




Eventi

Marzo 2019
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
·
·
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
·
·
·
·
·
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL