L’incrocio Bruni 54 e la campagna di Urbino

di Francesco Annibali 01/11/18
576 |
|
Marianna Bruscoli Tenuta Santi Giacomo e Filippo Cantina Vini Marche

La Tenuta Santi Giacomo e Filippo ha puntato le sue carte “bianchiste” sull’incrocio Bruni 54, varietà ottenuta negli anni Quaranta dall’incrocio tra verdicchio e sauvignon.

Chissà che l’incrocio Bruni 54, varietà ottenuta dall’incrocio tra verdicchio e sauvignon, e creata negli anni Quaranta del Novecento dall’ampelografo marchigiano Bruno Bruni, non abbia trovato la propria dimora elettiva qui, nella campagna di Urbino.

Riscoperto una ventina di anni fa dall’agronomo marchigiano Giancarlo Soverchia, l’incrocio Bruni 54 ha conosciuto poca fortuna in vigna, dove è coltivato da pochi produttori sparsi un po’ su tutta la regione, senza mai riuscire a oltrepassare i confini regionali (tranne sporadiche eccezioni). Ma nessuno finora aveva puntato tutte le fiche  più preziose - almeno quelle in bianco - sul vitigno. Ci ha pensato la Tenuta Santi Giacomo e Filippo, nella campagna della città più bella delle Marche.

Conosciuta dagli appassionati per l’eccellente pizza gourmet del ristorante interno Urbino dei Laghi, la Tenuta è composta anche da un Resort di lusso e un maneggio. Ma è l’agricoltura ad essere protagonista, con il grano (venduto al pastificio Mancini di Monte San Pietrangeli), l’orzo (che va tutto al celebre birrificio Baladin) e – appunto – il vino, il tutto spalmato su qualcosa come 360 ettari. La commercializzazione del vino è iniziata nel 2016, mentre la produzione dei cereali è iniziata nel 1996: in entrambi i casi, si tratta di coltivazioni biologiche certificate.

L’azienda produce due incrocio Bruni 54 in purezza, uno in acciaio, il Bellantonio, l’altro in anfora, il Bellantonio Anfora; affiancati da un ottimo Marche rosso, il Fortercole, sangiovese con un po’ di merlot, per un risultato dalle sembianze più romagnole che toscane; e da impeccabili vini di pronta beva. Lo stile tecnicamente è molto corretto anche nel bianco maturato in anfora - e non poteva essere altrimenti, visto che la conduzione della cantina è nelle mani di Roberto Potentini, uno degli enologi più preparati della regione - e lascia parlare un territorio apparentemente davvero molto interessante.

Insomma le prospettive per sentire parlare di una Urbino del vino ci sono tutte, anche perché l’azienda è di proprietà della famiglia Bruscoli, importanti imprenditori di zona del settore arredamento. Una famiglia che garantisce solidità e progettualità, che ha posto al timone della Tenuta Marianna Bruscoli, che non solo non ha nemmeno 40 anni, ma ha le idee molto chiare.

Marche Bianco Bellantonio 2016

Da uve incrocio Bruni 54. Affinamento in acciaio. Paglierino scarico molto vivo, al profumo è nitido e aperto, con cedro, mandorla dolce, sambuco e una lieve sfumatura di cherosene. Il palato ha una acidità amarognola, molto incisiva, il centro bocca è netto di mandorle, il finale profondo, slanciato, su note di cedro e cherosene. Molto reattivo.

90/100

€ 10

 

Marche Bianco Bellantonio Elevato in Anfora 2016

Da uve incrocio Bruni 54. Maturazione in anfora. Paglierino aranciato non molto colorato, al profumo è splendido, con bergamotto candito, fiori di arancio, chinotto, infuso di malva, tiglio. Il palato è di medio peso, impercettibilmente tannico e appena meno fresco del precedente, chiude un po’ caldo su note di succo di arancio e frutta secca. Tecnicamente impeccabile, privo di ossidazioni e pesantezze. Chiaro: perde un po’ di slancio rispetto alla versione in acciaio, ma offre una visione del vitigno tridimensionale.

91/100

€ 22

Marche Rosso Fortercole 2016

Da uve sangiovese 85% e merlot 15%. Maturazione in botte grande. Rubino granato cupo, al naso è un po’ ridotto inizialmente, poi svela una fisionomia terrosa, con catrame, terra, buccia d’arancio, su un fondo di marmellata di mirtilli. Il palato è ricco, attacca succoso, il tannino è un po’ rustico, il finale amarognolo e asciutto. Un ottimo vino, forse appena evoluto aromaticamente.

89/100

€ 12

Prodotti Correlati





Eventi

Novembre 2018
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
·
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
19
20
21
22
23
26
27
28
29
30
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL