Finalmente bagliori di Luce

di Riccardo Viscardi 16/04/19
456 |
|
Finalmente bagliori di Luce

La Tenuta Luce, proprietà della famiglia Frescobaldi a Montalcino, ridefinisce il suo stile e lancia sul mercato un nuovo vino:  il Lux Vitis 2015, un cabernet sauvignon di raro fascino.

Devo essere sincero: non sono mai stato un grande appassionato dei vini di Luce della Vite, nata a Montalcino dalla joint venture tra la famiglia Frescobaldi e il produttore americano Mondavi. Il brand uscì sul mercato nel 1993 con la prima annata del vino di punta che si chiama ancora oggi Luce, un blend di sangiovese e merlot. Ho sempre ritenuto che facessero il vino di cui avevano bisogno piuttosto che un progetto territoriale, ma devo anche ammettere che il vino in oggetto e il suo fratello minore Lucente hanno subito incontrato il successo per i quali erano stati creati: quindi mi sono dovuto rassegnare all’evidente bontà del progetto. Negli anni successivi fu lanciato anche un Brunello sempre nel solco della tradizione aziendale che ammiccava, e non poco, ad un gusto internazionale fatto di potenza e un uso del legno piuttosto ingente, oltre che a nasi decisamente indirizzati sul frutto molto maturo.

Negli ultimi anni la proprietà è tornata totalmente in mani italiane e devo dire che il nuovo indirizzo dato da Lamberto Frescobaldi è evidente: è iniziata una bella rivoluzione nella gestione dei vini della quale ci stiamo accorgendo man mano che vengono immessi sul mercato. Il cambiamento ha comportato la creazione di una cantina nuova e totalmente indipendente per la produzione dei vini aziendali, che è stata affidata alle cure dell’enologo e manager italo-francese Stefano Ruini che vanta una lunghissima esperienza a Bordeaux da dove riporta integralmente la mentalità. La cantina è molto bella ma anche estremamente razionale, con un riuscitissimo equilibrio tra arte e funzionalità. Anche i vigneti in questi anni hanno subito un restyling che passa dal tipo di coltivazione a interventi importanti sul tipo di potature da adottare.

Oltre al Brunello di Montalcino 2014, molto ben eseguito, e Luce 2016, forse il migliore di sempre, abbiamo un nuovo vino: Lux Vitis 2015 un cabernet quasi in purezza che al suo esordio riesce a stupire. Frutto di un’accurata selezione dei migliori cabernet di un singolo appezzamento di 4 ha, viene maturato in barrique nuove per 24 mesi e tirato per questa edizione in circa 5000 bottiglie. Il prezzo non è popolare, dato che in enoteca si arriverà oltre i 120 euro, ma il posizionamento del brand Luce è tale che non avrà difficoltà.

Lux Vitis 2015

94/100 -  € 120

Da uve cabernet al 95% matura in barrique nuove per 24 mesi. Colore rubino scuro senza smagliature. Naso nitido, intenso e articolato su note di more, piccoli frutti di bosco , una vena balsamica e un cenno di grafite, ottimo il tocco leggermente affumicato. Fase gustativa a trama fitta e intensa, senza sbavature grazie alla buona trama tannica ancora leggermente giovane e a un’acidità composta ma che aiuta la progressione verso il finale molto persistente e scevro da note calde.

 

Prodotti Correlati





Editoriale della Settimana


Eventi

Maggio 2019
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
1
2
3
14
15
16
17
18
21
22
23
24
27
28
29
30
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL