Krug Grande Cuvée 166ème Édition, e la “création” della 173ème Édition

di Chiara Giovoni 04/05/18
921 |
|
Krug Grande Cuvée 166ème Édition  e 173 champagne

La Grande Cuvée esprime l'arte di Krug di assemblare oltre 120 vini diversi da più di 10 diverse vendemmie, conferendo una pienezza di sapori e aromi che sarebbe impossibile esprimere con i vini di una sola annata. 

Sono trascorsi 173 anni dalla prima création dello Champagne Krug che ha trasformato in realtà il sogno del suo fondatore Joseph Krug. E non lo testimonia un calcolo matematico da quel 1845, due anni dopo la fondazione della Maison di Reims, ma lo si potrà leggere tra almeno 7 anni sull’etichetta dell’ultima Krug Grande Cuvée, il cui assemblaggio è stato ultimato a fine marzo, gestendo i frutti di una vendemmia 2017 non facile ma con un carattere peculiare.

Una sola creazione, un solo assemblaggio frutto di una selezione di oltre 120 vini tra 250 vini dell’annata e 150 vini di riserva, un solo imbottigliamento per ogni annata, e quindi una nuova Édition di Krug Grande Cuvée. Rivelare ogni edizione di Krug Grande Cuvée è stato un momento di svolta nella storia della Maison Krug, perché ha messo in evidenza l'unicità di ogni realizzazione e la possibilità di collezionare le differenti Krug Grande Cuvée. Da quando infatti la Maison ha introdotto il suo processo di apertura e condivisione del proprio savoir-faire al mondo dei Kruglovers, dapprima con il KrugID in retroetichetta nel 2011 e l’App Krug, e successivamente dal 2016 con l’indicazione dell’Édition in etichetta, è stato finalmente reso possibile individuare un ordine di “generazione” anche per Krug Grande Cuvée, non semplicemente uno champagne multivintage, ma “il miglior champagne possibile ogni anno, indipendentemente dalle variabilità climatiche dell’annata” nell’idea del fondatore Joseph Krug.

“La migliore espressione possibile” che anche quest’anno è stata celebrata con un evento per la comunità internazionale dei wine expert a Reims, dedicato alla ri-creazione annuale di Krug Grande Cuvée. In questa speciale occasione, Julie Cavil, Direttore Enologico e braccio destro di Eric Lebel, Chef des Caves della Maison, ha raccontato insieme al suo team le “circostanze” dell'annata e la vendemmia 2017 attraverso una degustazione di 11 vini dell’annata e 7 vini riserva, offrendo spunti illuminanti sulla composizione di Krug Grande Cuvée 173ème Édition.

Questa eccezionale degustazione ha offerto un'opportunità unica di scoprire la complessità di Krug Grande Cuvée, e ripercorrere la genesi della 173ème Édition è stata un’esperienza emozionante perché ha permesso di comprendere il senso profondo della responsabilità di ogni singola decisione per il Team e per lo Chef des Caves. Decisioni come quella di iniziare a vendemmiare le uve di alcune parcelle di Clos du Mesnil, dichiarandole una ad una come vuole il regolamento del CIVC in Champagne, già il 26 di agosto, quando ancora nessuno si era preparato a scendere in vigna con le forbici.

Il racconto di Julie Cavil è concitato come se la sua mente tornasse a quei giorni di reale apprensione, quando in 24 ore si passa dalla luminosa freschezza agrumata del frutto all’assenza di acidità, momenti in cui il massimo privilegio è non essere schiavi della logistica, ed essere flessibili e adattivi rispetto alle esigenze della vigna. Per questo la fermentazione in piccole botti da 205 litri (pièce champenoise) la cui età media è ormai di 25 anni, è un pilastro fondamentale della vinificazione alla Maison Krug, perché consente di produrre un solo vino da ogni singola parcella e di mantenerne l’individualità per tutto il tempo fino al momento dell’assemblaggio, e anche oltre se si decide che il vino entri tra i vin de réserve.

Assaggiando le espressioni gessose e floreali di Avize, con il vino da uve che la Maison acquista da un vigneron dal 1974, o la purezza del Cru fondateur Les Chamois di Villers-Marmery e ancora la croccantezza luminosa della parcella di Trépail o l’eleganza flessuosa di Verzenay – due parcelle dal toponimo irriferibile - e la struttura accesa di tensione della parcella Bugnon del villaggio di Les Riceys, permette di capire come l’ascolto di ogni singolo vino e la sua comprensione profonda sia alla base di un grande assemblaggio sinfonico, come quello che per Krug Grande Cuvée 173ème Édition vede una miscela di 150 vini di 13 anni diversi, tra cui il più vecchio del 2001, che vedrà la luce sul mercato solo a fine 2025.

La Maison Krug attribuisce grande importanza al rispetto del carattere individuale di ciascun elemento che contribuisce alla creazione di ogni Édition, e c’è una vera ossessione per l’individualità che ogni parcella vinificata separatamente è in grado di esprimere. In una serie di degustazioni condotte durante tutto l'anno, Eric Lebel e il Tasting Committee assaggiano circa 250 vini dell'anno due o tre volte e 150 vini di riserva di 14 anni diversi una volta all'inizio della primavera. Eric registra nel Black Book di Krug oltre 4.000 note di degustazione che consulta prima di prendere qualsiasi decisione per l’assemblaggio, e questo approccio unico consente alla Maison di ricreare Krug Grande Cuvée con un solo principio, offrire la massima espressione dello champagne.

Per celebrare l’unicità del sogno di Joseph Krug realizzato in Krug Grande Cuvée, la Maison ha presentato per la prima volta un cofanetto contenente per la prima volta una “verticale” di Krug Grande Cuvée, un'opportunità per esplorare sei Éditions composte intorno alle vendemmie di sei annate successive, che proprio per questo rendono ogni nuova Édition unica e diversa. E per chi solleva l’obiezione di voler dare dei tratti di Vintage a Krug Grande Cuvée, la risposta di Olivier Krug – sesta generazione della famiglia – è molto semplice: assemblare oltre 120 vini diversi da più di 10 diverse vendemmie conferisce una pienezza di sapori e aromi che sarebbe impossibile esprimere con i vini di una sola annata. È questo il grande segreto di un'orchestra completa in cui suona insieme in armonia una moltitudine di eccellenti solisti, dando vita ad una performance esclusiva ogni volta che sale sul palco, Édition dopo Édition.

Prodotti Correlati

  Prodotto Produttore Pubblicato il Autore Leggi
Krug Grande Cuvée 166ème Édition
Champagne
Krug 04/05/18 Chiara Giovoni KrugID 117007 - dégorgement dicembre 2017 – Un assemblaggio di 140 vini di 13 diverse vendemmie la cui più vecchia è il 1998, creato intorno al raccolto del 2010,...
Leggi tutto




Editoriale della Settimana


Eventi

Maggio 2019
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
1
2
3
14
15
16
17
18
21
22
23
24
27
28
29
30
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL