Billecart-Salmon Sous Bois, un omaggio alla tradizione

di Chiara Giovoni 25/08/17
1217 |
|
Billecart-Salmon Sous Bois, un omaggio alla tradizione

La maison Billecart-Salmon per omaggiare la tradizionale vinificazione in legno del passato, ha creato il Brut Sous Bois, una cuvée non millesimata le cui uve vengono integralmente vinificate in legno.

In una delle ultime Maison familiari della Champagne, che ha dedicato le sue Cuvée più prestigiose alle figure dei fondatori, il Brut Sous Bois è un emblematico omaggio a uno stile e a una tradizione che non è moda, ma identità. Da sempre infatti Billecart-Salmon ha mantenuto i metodi di vinificazione delle origini della Champagne, pur introducendo le innovazioni che le consentivano di perseguire la costante ricerca dell’eccellenza, introducendo l'inox negli anni '50 e la decantazione a freddo per una fermentazione più lunga a bassa temperatura.

La storia della Maison però segna le sue origini agli albori della nascita dello Champagne, quando nel 1818 una giovane coppia decise di sposarsi e di unire i cognomi per creare un'azienda vinicola: lui era Nicolas-François Billecart, rampollo di una famiglia d’onore il cui antenato enologo era già consigliere di Luigi XIII, lei era Elisabeth Salmon. Scelta come sede la bella casa di famiglia a Mareuil-sur-Ay, entrambi laboriosi e qualificati, da subito si dedicarono alle esportazioni verso l’America è l'Australia.

Oggi la famiglia Billecart-Salmon continua la sua leggenda con François e Antoine Roland-Billecart, che rappresentano ormai la sesta generazione, seguiti ancora dallo sguardo protettivo del padre, Jean-Roland Billecart. La storia ha voluto che la tradizione delle origini arrivasse a noi grazie proprio ai discendenti, facendo di questa realtà champenoise una delle rare Maison di proprietà a conduzione familiare. Accanto a loro, uomini di talento uniscono la loro esperienza per mantenere questa tradizione di eccellenza: lo chef de cave François Domi, garante della firma Billecart-Salmon dal 1988, e Denis Blee, direttore del vigneto e cantiniere da 20 anni, a vegliare sulle singole parcelle di vigneto e sull'invecchiamento del vino in botti, poiché la Maison annovera più di 450 pièces borgognotte da 228 litri, dove i vini maturano sviluppandosi in profondità e complessità nelle cantine di gesso risalenti al XVII e XIX secolo.

E proprio per omaggiare la tradizionale vinificazione in legno del passato e il meraviglioso patrimonio di legno in cantina, è nato Brut Sous Bois, una cuvée non millesimata le cui uve vengono integralmente vinificate in legno. Uno champagne di grande personalità che gli appassionati amano definire gourmand per la sua attitudine nell'essere un valente compagno di tavola.

Prodotti Correlati





Editoriale della Settimana

  • Super bianchi

    di Daniele Cernilli 26/09/22

    Con appena alle spalle la presentazione della Guida Essenziale ai Vini d’Italia 2023 (ieri e...

Eventi

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL