Nera, la Stout siciliana di 24 Baroni

di Mauro Ricci 02/02/18
860 |
|
fratelli giacomo e antonio cosentino birrificio 24 baroni birra sicilia doctorwine

I fratelli Cosentino sono i titolari del birrificio 24 Baroni in quel di Nicosia, in provincia di Enna, e offrono una produzione artigianale di grande qualità.

Giacomo e Antonio Consentino, laureati in economia aziendale, sono cresciuti in una famiglia di agricoltori intorno a Nicosia in una bella fattoria isolata (forse troppo) dal resto del mondo, dove la sana conduzione della campagna è la premessa per cibi sani e una buona alimentazione. I due fratelli hanno intrapreso l'avventura da homebrewer con presupposti particolarmente positivi per fare produzioni di alta qualità in un ambiente culturalmente già orientato. Passati i primi anni, hanno cominciato ad accarezzare l’idea di produrre la birra facendo impresa. Nasce così il birrificio 24 Baroni, poco prima della laurea, nel 2014, dopo periodi di apprendistato soprattutto in prestigiosi birrifici del Piemonte.

"Quale posto potevamo scegliere migliore della nostra piccola cittadina (un tempo importante feudo di Carlo V e dei 24 contadini nominati sul campo Baroni perché gli unici ad accogliere il re in visita) - dicono i due fratelli Cosentino - dove abbiamo acqua purissima proveniente dalle montagne circostanti e il birrificio è collocato nel verde e nella natura dell’azienda di famiglia? Forse è questa collocazione il nostro punto di forza, lontani dalla città, dai suoi ritmi frenetici, dall’inquinamento, il che ripaga di qualche disagio logistico e ci dà grande forza".

L’atmosfera dell’ambiente naturale in cui è collocato il birrificio è quella che Giacomo e Antonio hanno cercato di trasmettere alle loro birre producendo nel modo più sano e spontaneo possibile. È questo il modo con cui le birre prendono forza e pesonalità inconfondibile.

Come la Nera, una Stout nella categoria 14-Scure, ad alta fermentazione, alto grado alcolico di ispirazione angloamericana. Questa birra è la quarta dopo le prime tre (Bianca, Bionda e Rossa) in una sequenza assai tradizionale anche nei nomi, ma che dava - in fase di avviamento - un senso di positività con realizzazioni molto ben fatte. La birra mancante alla triade di partenza dunque era una scura, che vi presentiamo.

Tratto da Cronache di Gusto

Prodotti Correlati





Eventi

Marzo 2019
Do Lu Ma Me Gi Ve Sa
·
·
·
·
·
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
·
·
·
·
·
·

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter "DoctorWine" per ricevere aggiornamenti ed essere sempre informato.

CANALE YOUTUBE

I NOSTRI CANALI SOCIAL